Editorialisti

05 Ottobre 2012

È GIUSTO RIPARTIRE...

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Il mercato del Licensing Italia, nonostante non manchino le realtà che dichiarano di aver ottenuto anche quest’anno performance positive, sta attraversando, in modo particolare nel 2012, una fase di confronto con molteplici criticità, in linea con il resto dell’economia. Difficoltà che, a detta di alcuni degli operatori del mercato, non sono da addebitarsi strettamente al licensing, ma al contesto macroeconomico e ad una diffusa sfiducia che vanno ad unirsi alle criticità delle distribuzione con riduzioni degli stock e attenzione agli inventari, alla diminuzione dei consumi, alle difficoltà di accesso al credito che limitano le possibilità di fare nuovi investimenti e alla diminuita solvibilità. Tutti elementi portati dalla crisi economica generale, ma di cui anche il mercato del licensing ha accusato i colpi. Parliamo oggi di un mercato, che era in fase embrionale quando è nata la nostra rivista e che abbiamo seguito nella sua crescita ed evoluzione, che non manca di professionalità e di possibilità di crescere, se licensor e licensee continueranno a crederci e si impegneranno per raggiungere una vera e propria maturazione. Ma è importante sottolineare anche che mancano ancora dati ufficiali sul mercato del Licensing In Italia e che l’aver abbandonato il progetto di creazione di un’associazione di categoria è stata sicuramente un’opportunità sprecata. Il nostro trimestrale si rivolge oggi ad un mercato che necessita di una maggiore tempestività e di una modalità di incontro differente tra operatori e licenziatari. Ed è proprio per questo che crediamo che il nostro compito finisca qui. Continueremo a seguire le evoluzioni del mercato italiano, ma anche europeo ed americano, attraverso il nostro portale web, a cui invitiamo tutti ad iscriversi per ricevere costantemente la nostra newsletter, e nei prossimi mesi creando strumenti che ci permettano di rispondere maggiormente alle esigenze del mercato del licensing in Italia.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio