Editorialisti

15 Dicembre 2010

Il cambiamento sta arrivando

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Numerosi sono stati gli investimenti che l’industria, prima tra tutti i componenti della filiera del Giocattolo, ha fatto nel 2010 per avviare nuove catene di negozi di propria proprietà abbinate a importanti progetti di franchising: formula già collaudata con successo da Selegiochi con i negozi Città del Sole, ora si sono “provati” nel dettaglio anche Borella-L’Orsomago con i negozi Don Chisciotte e Startrade con l’insegna Grandi Giochi. A questi si sommano le aperture di nuovi punti vendita anche da parte di alcuni dei titolari dei principali ingrossi, come Morosini Giocattoli che ha avviato a Milano la prima esperienza di Temporary Shop del Giocattolo e Amico Baby che ha inaugurato in autunno due nuove attività di grandi dimensioni, ad insegna Toys Planet, in Sicilia. Ed anche le catene proseguono nella loro crescita, da sottolineare le recenti inaugurazioni di Imaginarium a Roma, Toys Center a Milano, JouéClub a Ghemme (Novara), affiancate dalla nuova apertura dell’insegna Toysland a Mondovì e dal restyling dello storico Dreoni Giocattoli di Firenze. Fino ad arrivare alla tanto attesa apertura, da parte di LTB Italia, in piazza Venezia a Roma, di Little Big Town, un negozio nel centro storico della capitale dislocato su ben quattro piani di esposizione e vendita. Sono questi tutti sintomi di un cambiamento ormai in atto. Le aspettative ora vanno in una sola direzione: la possibilità che a breve anche l’Italia si allinei agli altri grandi Paesi europei (Francia, Spagna, Uk), in cui il Normal Trade ha decisamente un peso maggiore rispetto alla Gd.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio