Editorialisti

06 Dicembre 2011

Le nuove opportunità di business

share Silvia Balduzzi - Toy Store

L’industria del Giocattolo, nonostante l’anomalia dell’anno in corso che ha visto partire con un leggero ritardo le vendite nei negozi in vista del Natale, si è dichiarata soddisfatta dei risultati di sell in ottenuti entro il mese di novembre e ha mostrato aspettative positive e fiducia nel lavoro che il Normal Trade sarà in grado di fare per ottimizzare il sell out del periodo natalizio. Da parte sua, comunque, il dettaglio non sta certo rimanendo fermo. Sono molti, infatti, i negozianti che, soprattutto in vista del Natale, hanno scelto, in modo più importante rispetto agli scorsi anni, di investire su eventi in store in grado di creare traffico in negozio: ne sono un esempio l’insegna Magic Toys di Cattolica e Riccione, il cui titolare Bruno Tullio ha organizzato la Notte Bianca in negozio per due week end consecutivi, e Little Big Town, punto vendita situato nel centro di Roma, che ha allestito all’interno del proprio esercizio una nuova area chiamata Little Big Town’s Bears, una fabbrica di peluche aperta ai bambini. Mentre si aspettano i risultati del Natale 2011, intanto uno sguardo va già al 2012 che vedrà da una parte la Fiera di Norimberga puntare su una nuova categoria, i Teen Toys, prodotti che dovrebbero essere in grado di conquistare il target 13-17 anni, e dall’altra molti player esplorare nuovi segmenti merceologici, come ad esempio Mega Brands con i puzzle e Mondo con la progettazione di prodotti innovativi in collaborazione con studi di design, e potenziare con importanti restyling alcune linee, come i brand Fisher-Price e Polly Pocket di Mattel. Il prossimo anno, infine, il Giocattolo si troverà di fronte a una nuova sfida: dovrà essere in grado, infatti, di guardare a un player sbarcato sul mercato italiano, Amazon (che su questo numero ha comunicato i primi dati per le categorie Bambole, Costruzioni e Prima Infanzia), non come una minaccia ma, grazie al servizio di marketplace offerto dalla piattaforma, come un’opportunità di business complementare.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio