Editorialisti

24 Dicembre 2013

ANCORA MOLTO DA COSTRUIRE

share Silvia Balduzzi - Toy Store

Con questo numero monografico Toy Store vuole celebrare i 15 anni in cui ha documentato, i successi, le problematiche e le evoluzioni del mercato.
Toy Store in queste pagine analizza i cambiamenti nelle modalità di acquisto dei consumatori in negozio, grazie al supporto dei dati Npd, e nell’evoluzione del prodotto, caratterizzato dall’esplosione del licensing, passando attraverso il ritorno dell’affermazione del comparto delle Costruzioni e all’avvio dell’era tecnologica con l’arrivo sul mercato di referenze utilizzabili con il supporto di internet, per arrivare all’ultima tendenza, l’app-lificazione dei Toys, con il lancio di prodotti legati ai tablet e al mondo delle app del mobile. Ma non solo. Troverete anche la voce dei player dell’industria e delle catene del Normal Trade, che pongono un grande accento sulle aspettative e le opportunità per il futuro. Quello che i player devono affrontare oggi è un mercato molto diverso da quello fotografato da Toy Store nel 1998, data di nascita del nostro giornale, ma che dimostra quanto sia importante e come, anche in un momento di crisi, mostri di saper mantenere il proprio giro d’affari. Un mercato che è oggi più che mai caratterizzato da un cambiamento nei propri equilibri con Giochi Preziosi che perde la leadership in favore di Mattel, con l’arrivo di nuovi player come Spin Master e con l’apertura della filiale italiana di Playmobil, e che dimostra come ci siano ancora molte possibilità di crescita.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio