Editorialisti

19 Giugno 2015

VINCE CHI CAMBIA

share Silvia Balduzzi - Toy Store

La stagnazione dei consumi non ha ancora abbandonato l’universo Prima Infanzia. Questo, purtroppo, è il dato di fatto che emerge dagli ultimi dati rilasciati da GfK. Secondo le rilevazioni dell’istituto di ricerca, infatti, nel primo trimestre del 2015 il mercato in Italia cresce a volume del 1,8%, ma flette a valore di oltre quattro punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2014. A pesare, ancora una volta, quello che dovrebbe essere lo zoccolo duro del comparto, la Puericultura Pesante che perde, tanto a volume quanto a valore, nella quasi totalità delle categorie merceologiche. Il dato positivo è che, invece, tutta la Puericultura Leggera registra un incremento. Non abbastanza alto da compensare quanto perso dalla Pesante, ma comunque significativo perché dimostra che lo spazio per tornare a crescere c’è. Se infatti, così come evidenzia il 3° Rapporto Matercom l’usato avanza – per quanto riguarda le ruote copre tra acquisti e omaggi il 22% del mercato – a crescere, come si evince dalle nostre inchieste al Normal Trade, è anche la spinta a innovare la propria offerta e il proprio modello di business per cercare di garantirsi i necessari livelli di redditività. Redditività che gli specializzati, così come testimoniano le case history che vi proponiamo questo mese, ricercano sempre più spesso anche allargando la propria offerta merceologica a categorie parallele come l’abbigliamento, i pannolini e la cosmesi. Se uno storico del Giocattolo, comparto che ha reagito alla crisi meglio della Prima Infanzia, decide di puntare con un’offerta ad hoc anche su questo mercato – è il caso di Globo, la nostra Cover Story– vuol dire che non è proprio il momento di arrendersi.
LA REDAZIONE

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio