Editorialisti

05 Luglio 2013

LE SCELTE PER ANDARE AVANTI

share Silvia Balduzzi - Toy Store

l mercato del Giocattolo in Italia ha archiviato il primo quadrimestre del 2013 registrando, secondo i dati Npd, un calo del 2,7% a valore, mentre rimane stabile il dato a volume, sempre nel periodo considerato, gennaio-aprile: non mancano, però, le categorie che hanno registrato una crescita, come ad esempio Buinding Set (+7), Doll (+6%) e Art&Craft (+4%). Ed è proprio l’analisi dell’andamento della prima parte dell’anno, con le relative problematiche da affrontare, realizzato in collaborazione con i player dell’Industria, il focus di questo numero di Toy Store. Molte le aziende che hanno raggiunto gli obiettivi di crescita che si erano prefissati e ad aver ottenuto buone performance nel primo semestre, ma con un allarme in continua crescita sugli insoluti da parte del Normal Trade, con una conseguente ricaduta negativa sulla giusta programmazione degli ordini. Da una parte emerge la difficile situazione macro-economica che mette il Traditional Toys nella situazione di non capire con esattezza a chi affidare il proprio budget acquisti del Natale, dall’altra l’Industria sottolinea come siano presenti sul mercato situazioni di forte disagio di alcuni operatori che hanno magazzini appesantiti da merce che è oggi di difficile vendita e che genera, quindi, un problema di scarsa liquidità per saldare i pagamenti e riassortire i punti vendita. E tutto questo quando il mercato si sta avvicinando al periodo di massima stagionalità. Mai come in questo momento, quindi, a fronte di un’offerta innovativa per il Natale, che Toy Store presenta con uno speciale dedicato su questo numero, è ora per il dettaglio di regolarizzare la propria posizione, ponderare gli acquisti puntando su marchi in grado di portare un business costante e profittevole, in un periodo in cui le vendite non sono state trainate dai fenomeni come in passato, escludendo il caso di Peppa Pig, ma sono state premiate quelle aziende con brand riconoscibili e continuativi, sfruttare al massimo le esclusive di prodotto e dare al proprio punto vendita una connotazione professionale e non solo di porgitura di prodotti.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio