Editorialisti

25 Settembre 2012

SENZA PAURA

share Silvia Balduzzi - Toy Store

L’high season del Giocattolo, mai come quest’anno, si confronta con un mercato in difficoltà, che vede un Normal Trade, che da una parte si sta impegnando, utilizzando tutta la propria professionalità e i propri strumenti per affrontare al meglio le criticità, ma che dall’altra, in alcuni casi, sta posticipando gli ordini per riuscire a tastare meglio il polso dell’andamento dei consumi nei mesi autunnali e per non rischiare di sbagliare la scelta dei prodotti su cui puntare e, in altri, ha terminato le pianificazioni con estrema attenzione e cautela. L’industria continua a investire e a sostenere i propri prodotti con innovazione e campagne marketing&comunicazione, ma anch’essa si confronta, non solo con il periodo di contrazione dei consumi, ma soprattutto con la situazione finanziaria di molti clienti che non sono più in grado di garantire, come in passato, la solvibilità. Sicuramente questo è uno scenario impossibile da ignorare, ma che non deve riuscire a immobilizzare e spaventare il mercato nel periodo di massima stagionalità per il Toy. Nonostante l’elevato numero di criticità che stanno coinvolgendo Industria, Normal Trade e, in particolare l’ingrosso, è importante non ignorare anche i segnali positivi del mercato: ad oggi, infatti, secondo le rilevazioni Npd nel periodo gennaio-luglio 2012, sono tre le supercategorie che crescono, Building Set (+26%), Veicoli (+ 5%) e Doll (+4%). Senza dimenticare la costante apertura di nuovi punto vendita al dettaglio, ne sono un ultimo esempio Don Chisciotte a Cassano D’Adda (Milano), Giocheria Megastore a Lecce e Imaginarium a Bolzano. Tenuto conto di tutti i fattori che caratterizzano oggi il mercato del Giocattolo in Italia, probabilmente gli operatori si troveranno ad affrontare un Natale complicato, ma che fungerà certo da stimolo per migliorare la propria attività, trovare nuove opportunità di business e nuove modalità di vendita e per creare traffico in negozio.

Silvia Balduzzi - Toy Store

Nata a: Vizzolo Predabissi (Milano) il 22/2/1982
In Editoriale Duesse dal: 22/01/2007
Giocattoli preferiti da bambina: le Micro Machine Cambia Colore, il Das, le bamboline Lady Lovely, Pisolone e i Popples
Quando non scrive su Toy Store ed E&L si occupa di: politica, in particolare pari opportunità, perdere tempo e il mio carlino Lisandro
Le piaccono: il caffè al bar, le torte (cucinate dagli altri), la storia del Novecento, i quotidiani e i libri, il non prendersi troppo sul serio e quelli che vedono le cose in modo diverso.
Libri preferiti: Casa di Bambola di Henrik Ibsen e Cyrano de Bergerac di Edmond Rostand
Film preferiti: Into The Wild e Pomodori Verdi Fritti alla Fermata del Treno
Canzoni preferite: Rimmel di De Gregori, Eskimo di Francesco Guccini e Soltanto un Gioco de I Nomadi
Non le piacciono: i pregiudizi, la moda (e penso si noti abbastanza facilmente) e gli indifferenti.
Cosa le piace di più del mondo del Giocattolo: amo i racconti e i consigli degli storici del mercato e l’entusiasmo del settore per le novità presentate ogni anno alla fiera di Norimberga.


Archivio