17 Aprile 2019  10:37

È braccio di ferro tra sindacati e Mercatone Uno

Emanuela Sesta
È braccio di ferro tra sindacati e Mercatone Uno

Si mobilitano i sindacati per la situazione di Mercatone Uno

Dichiarato uno sciopero per domani, in concomitanza di un incontro presso il Ministero dello sviluppo economico

A seguito dell’annuncio di Shernon Holding di avere chiesto il concordato in continuità, dietro presentazione della domanda di ammissione al concordato preventivo, ci sono 3.700 lavoratori a rischio licenziamento in tutta Italia e decine di punti vendita, fra cui lo store ‘ammiraglia’ di Legnano, a rischio chiusura. Domani è previsto un incontro per disquisire dello stato di crisi della società al Ministero dello sviluppo economico e i sindacati hanno preannunciato nella medesima data uno sciopero in tutti i punti vendita e la mobilitazione dei dipendenti. Su Il Giorno (edizione di Legnano) si legge la dichiarazione dell’ufficio stampa di Mercatone Uno che conferma “l’interesse di nuovi investitori, ma proprio perché abbiamo depositato in tribunale la richiesta di concordato. Il processo di entrata dei nuovi soci parte proprio da qua”. Dall’altra parte, i sindacati lamentano da tempo una situazione “drammatica all’interno dei punti vendita, con negozi con poca merce, magazzini vuoti e fornitori che hanno ritirato smesso di effettuare consegne”. A questo si aggiunga la crisi del settore che prosegue ormai da tempo.

Contenuti correlati : Mercatone uno crisi concordato punti vendita dipendenti

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy