03 Aprile 2019  10:42

Mercato immobiliare retail a +2,9%

Roberta Broch
Mercato immobiliare retail a +2,9%

Nel nostro Paese gli investimenti nel 2018 sono stati pari a 8,9 miliardi di euro

È stato presentato il Rapporto sul mercato immobiliare commerciale in Europa e in Italia con focus high street Firenze, Venezia, Milano e Roma realizzato da Scenari Immobiliari. Nel 2018 le transazioni del mercato immobiliare commerciale europeo hanno movimentato 53,8 miliardi di euro di investimenti complessivi, in leggera flessione rispetto all’anno precedente, con una previsione di crescita dell’1,3% per arrivare a 54,5 miliardi nel 2019. In Italia è proseguito il trend di crescita del giro d’affari del comparto commerciale: dopo il +4,2% registrato nel 2017, lo scorso anno l’incremento è stato pari al 2,9%, per 8,9 miliardi di euro di fatturato, e nel 2019, secondo l’istituto di ricerca, dovrebbe salire ancora a 9,1 miliardi (+2,2%), fino ai 9,3 del 2020. L’analisi di venticinque delle transazioni più significative di immobili a uso commerciale del 2018, suddivise per cluster, in relazione all’obiettivo strategico della compravendita, mette in evidenza la polarizzazione del mercato. In primo luogo, le transazioni di disinvestimento, tredici in totale, per una superficie di circa 264 mila mq con un controvalore di poco superiore ai 668 milioni di euro. Si è trattato di asset ceduti perché non più conformi alle proprie strategie da perseguire, ad esempio quelli esclusi da una posizione dominante. Senza dimenticare le transazioni avvenute nelle high street, cinque in totale, per un investimento complessivo di poco inferiore a cinquecento milioni di euro. Sebbene l’interesse resti concentrato su Milano e Roma, l’attrattività si è allargata anche ad altre città, come Venezia e Bologna. L’abbandono dei centri storici da parte delle attività terziarie apre costantemente occasioni di posizionamento per i retailer. Tuttavia, secondo l’analisi, a mancare sarebbero le soluzioni di dimensioni adeguate; un probabile fabbisogno di sviluppo in verticale diventa un’opportunità in più per gli investitori. Per quanto riguarda le high street, l’andamento di questo segmento a Milano così come a Roma. In generale, si assiste a un processo di ottimizzazione e razionalizzazione della rete dei punti vendita per la maggior parte dei retailer.

Contenuti correlati : Scenari immobiliari high street mercato immobiliare

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy