19 Ottobre 2004  00:00

Merloni: l’azienda annuncia un piano per ridurre il caro materie prime

TBsb

In occasione dell’inaugurazione di ieri del polo produttivo di frigoriferi a Lodz in Polonia, l’ad Marco Milani ha annunciato una strategia per contenere i costi dei materiali che nel 2005 saliranno a 70 mln di euro

Durante l’inaugurazione del polo produttivo di frigoriferi avvenuta ieri a Lodz in Polonia, l’ad di Merloni Elettrodomestici Marco Milani ha annunciato che l’incidenza del caro materie prime sui conti della società è stimata intorno al 65-70% per un totale che, nel 2005, salirà a circa 70 milioni di euro, pari a meno del 5% dei costi totali e tra il 2 e il 2,5% del fatturato. Per controbilanciare questo effetto negativo l’azienda ha annunciato alcune operazioni che porteranno a contenere i costi per un importo compreso da un minimo di 35 a un massimo di 50 milioni di euro.Sono quattro in sintesi le misure pianificate dal gruppo per cercare di neutralizzare i rincari: delocalizzaione, crescita degli acquisti nei paesi low cost, standardizzazione degli stabilimenti e, infine, sviluppo del contenuto di elettronica dei prodotti.

ACCADDE OGGI

  • 14 Novembre 2008
    De’Longhi: utile netto a + 17,6% nel 3°Q
    Il Cda De’Longhi ha approvato ieri i risultati del terzo trimestre. I ricavi netti registrano un calo del 4% a cambio corrente, passando da 381 a 365,9 mio di euro.

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy