19 Novembre 2019  13:56

Tecnologia di Consumo, primi nove mesi 2019 a -1%

Aldo Cattaneo
Tecnologia di Consumo, primi nove mesi 2019 a -1%

Da gennaio a settembre generato un fatturato complessivo pari a 9,9 miliardi di euro. Bene il ped e il ged, ma soprattutto l’home comfort

Il mercato italiano della Tecnologia di Consumo nel periodo compreso tra gennaio e settembre 2019 ha registrato una leggera contrazione (-1,0% a valore) del, con un fatturato complessivo pari a 9,9 miliardi di euro. È quello che emerge dalle rilevazioni GfK realizzate con metodologia Retail Panel. Le vendite nei punti vendita tradizionali decrescono del 3,5% rispetto ai primi nove mesi del 2018, mentre si conferma il trend positivo del canale online (+14,5%), che arriva a rappresentare il 16,1% delle vendite a valore, nonostante l’alta stagionalità delle vendite su Internet debba ancora arrivare. Il comparto telecom continua la sua performance negativa (-3,8%), pur continuando a essere il più importante per fatturato complessivo del mercato italiano dei Technical Consumer Goods (38,2% del valore,) fa segnare un terzo trimestre ancora negativo. In flessione anche il settore IT/Apparecchiature per l’ufficio (-0,5%), pur confermandosi il secondo settore per share, con una quota pari al 19,1% del totale valore del mercato. Il piccolo elettrodomestico (+7,8%) cresce grazie soprattutto agli ottimi risultati del comparto Home Care, e arriva a rappresentare il 9,5% del totale mercato. Nei nove mesi terminati a settembre si conferma positivo anche il trend del grande elettrodomestico (+2,1%) che arriva a pesare il 14,8% del mercato TCG. Boom del comparto home comfort (trattamento aria, condizionamento, riscaldamento) che registra una crescita del 38,3% nei primi nove mesi del 2019. La destagionalizzazione dei prodotti e una estate particolarmente lunga e calda hanno influenzato positivamente il risultato di questo segmento. L’Elettronica di Consumo (Audio/Video) ha registrato un -6,0% rispetto allo stesso periodo del 2018. Questo comparto e quello della Fotografia (-7,3%) rappresentano i due settori più negativi della Tecnologia di Consumo nei primi nove mesi dell’anno. Per quanto riguarda i canali distributivi, gli Electrical Retailer (Grandi e Piccole superfici specializzate in Elettronica di Consumo), crescono del 2% così come i Mass Merchandiser (+1,9%) che includono anche i Pure Player Specialist. I canali specialistici fanno registrare la performance più negativa (-10,4%) penalizzati soprattutto dagli specialisti in Telefonia. Questi dati negativi non devono far dimenticare l’importanza dell’ultimo trimestre dell’anno che per fatturato generato e potrebbe cambiare il trend dell’intero anno 2019. Lo scorso anno, infatti, la settimana del Black Friday ha fatto registrare una crescita record del +42% per il mercato italiano della Tecnologia di Consumo.

Contenuti correlati : gfk technical consumer goods mercato retail ecommerce
Iscriviti alla nostra newsletter

ACCADDE OGGI

  • 25 Ottobre 2013
    Inzitari, confisca da 60 milioni di euro
    Confisca di 60 milioni al retailer Pasquale Inzitari. Tra i beni sequestrati il patrimonio aziendale e l’intero capitale sociale di Nifral Sviluppo...

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy