08 Giugno 2016  14:17

Whirlpool, debutto smart in Italia

Roberta Broch
Whirlpool, debutto smart in Italia

Un momento della tavola rotonda, con Maurizio Cuzari, executive vice president NetConsulting cube, Andrea Riggio, direttore marketing Whirlpool Indesit Group e Maurizio Melis, giornalista di Radio 24

Presentata all’evento annuale dedicato a stampa, forza vendite e trade la prima suite di elettrodomestici connessi

È arrivata l’ora della connettività anche per Whirlpool in Italia. Il lancio di una suite di elettrodomestici connessi è stato infatti l’annuncio centrale dell’annuale evento organizzato dall’azienda ad Acireale, prima per la stampa, poi, ora in corso di svolgimento, per la propria rete vendita e per il trade. Contestualizzare l’avvento di prodotti smart sul nostro mercato, con tutte le sue peculiarità, è stato l’obiettivo della tavola rotonda, che ha visto come protagonisti Maurizio Cuzari, executive vice president NetConsulting cube e Mauro Ferraresi, docente di Sociologia dei consumi allo Iulm, oltre ad Andrea Riggio, direttore marketing Whirlpool Indesit Group, che ha spiegato: “Come Whirlpool siamo impegnati in progetti legati alla connettività dal lontano 2001 vendendo finora circa 65 mila elettrodomestici di questo tipo. Per avere un reale successo, però, è necessario individuare quanto le persone siano davvero pronte a recepire i cambiamenti insiti nei prodotti”. A questo proposito, nel 2014, in collaborazione con A2A Whirlpool ha avviato in Italia il progetto pilota Smart Domo Grid, su un gruppo di 21 famiglie abitanti in un nuovo quartiere di Brescia. Il progetto ha testato per un anno le esperienze d’uso delle famiglie dotate di un set di elettrodomestici connessi Whirlpool e di un tablet con un’app con cui comandarli. I risultati positivi di questo test e le esperienza raccontate dalle famiglie coinvolte sono stati elementi preziosi per perfezionare l’app 6° Senso Live Technology, che ha fra i suoi punti di forza, l’intuitività, la possibilità di sfruttare appieno le funzionalità dell’elettrodomestico e la sicurezza. Sottolinea il manager: “I nostri prodotti hanno un ciclo di vita lungo, che si aggira sui 10 anni, la connettività ci permette di migliorare l’offerta che proponiamo all’utente finale, e soprattutto ci consente un rapporto continuativo con lui. In questo ambito, ci avviciniamo a essere fornitori di servizi e contenuti”. La suite, disponibile da settembre, è composta da lavabiancheria e dryer Sypreme care e frigorifero Supreme dual No Frost, con un posizionamento compreso fra i 1.000 e i 1.200 euro. “L’obiettivo è comunque estendere la gamma anche a referenze di fascia di prezzo più basse. Oltre al marchio Whirlpool, in una seconda fase, nel 2017 e 2018 anche i brand Hotpoint e KitchenAid avranno a portafoglio questa tipologia di prodotti, si tratta di una strategia condivisa” conclude il manager.

Contenuti correlati : forza vendita Whirlpool Italia elettrodomestici connessi Indesit
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 03 Ottobre 2001
    Tefal: campagna pubblicitaria per Kaleo
    Per sostenere la vendita del nuovo robot da cucina Tefal Kaleo, il gruppo Seb ha realizzato una campagna televisiva, che sarà trasmessa sulle reti...

Ricevi la Newsletter!

Bianco e Ped

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy