09 Marzo 2020  12:49

Arresti domiciliari per Vittorio Cecchi Gori

Redazione
Arresti domiciliari per Vittorio Cecchi Gori

Vittorio Cecchi Gori (© Getty Images)

Accolta l’istanza della difesa. Qualche giorno fa gli autori del cinema italiano avevano espresso in una lettera la loro solidarietà verso l’ex produttore

Vittorio Cecchi Gori non andrà in prigione, nonostante l’ordine di carcerazione emesso dalla Procura Generale della Corte d’Appello di Roma, che prevede una candanna pari a otto anni per bancarotta fraudolenta per il crac Safin e quello relativo alla Fiorentina, di cui era proprietario. Il giudice del tribunale di Sorveglianza di Roma ha accolto l’istanza della difesa e Vittorio Cecchi Gori andrà direttamente agli arresti domiciliari una volta dimesso dall’ospedale, con la possibilità di sottoporsi a controlli e terapie. A incidere sulla decisione del tribunale sarebbe stata l’emergenza Coronavirus. Qualche giorno fa gli autori del cinema italiano avevano espresso in una lettera la loro solidarietà verso l’ex produttore chiedendo gli arresti domiciliari.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy