31 Agosto 2017  09:45

Barbera, assurdo non accogliere in concorso un film di Netflix

Stefano Radice
Barbera, assurdo non accogliere in concorso un film di Netflix

Alberto Barbera guida la Mostra del Cinema di Venezia (foto Getty)

Per il direttore della Mostra del Cinema la piattaforma streaming è «il nuovo che avanza»

Il caso Netflix che ha tenuto banco al festival di Cannes (dal prossimo anno le opere in concorso dovranno avere garantita l'uscita francese in sala) non scuote la Mostra del Cinema. Venezia, che già due anni fa mise in concorso un film prodotto dalla piattaforma di streaming on demand (Beasts of no nation di Cary Fukunaga), è aperta a Netflix, "il nuovo che avanza e sarebbe una decisione antistorica escluderlo. E' una nuova realtà, le regole del gioco stanno cambiando e bisogna accettarle. Sarebbe assurdo non accogliere in concorso un film Netflix solo perché non uscirà in sala, e anche discriminatorio da parte di un festival", ha dichiarato il direttore della Mostra Alberto Barbera (fonte Ansa). "Un festival seleziona i film migliori, sceglie quale mostrare non chi li distribuisce. Netflix - ha aggiunto - così come Amazon sono nuovi player globali della produzione cinematografica, investono nel cinema e hanno il diritto di decidere come far vedere i loro film, non spetta a noi giudicare".

Contenuti correlati : mostra del cinema netflix barbera

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy