23 Maggio 2000  00:00

Cannes: un premio made in Benetton

(aut)

Fra i premiati nel palmarès di Cannes, anche ‘Lavagne’ di Samira Makhmalbaf, coprodotto da Fabrica Cinema, fondazione voluta dalla nota industria italiana

C’è un pezzo importante di Italia nel film ‘Lavagne’, vincitore del premio della giuria a Cannes. Il film è infatti coprodotto, con la società iraniana Farabi e il giapponese Studio Kitano, dall’italiana Fabrica Cinema, diretta da Marco Muller. Si tratta della sezione di produzioni cinematografiche della fondazione Montecinemaverità, voluta dalla nota azienda Benetton: “Si tratta – afferma un comunicato di Fabrica Cinema – di un riconoscimento che indirettamente va anche alla Benetton che da anni, attraverso l’attività di finanziamento della fondazione, ha investito sulla crescita del cinema iraniano”. Uno dei punti salienti di questa operazione è stato il sostegno della retrospettiva dei film di Abbas Kiarostami, maestro del cinema iraniano, presentata al Festival di Locarno 1995 (rassegna diretta dallo stesso Muller).

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 26 Ottobre 2016
    Signorelli, mercato schizofrenico
    In una lettera inviata a e-duesse.it, di cui pubblichiamo uno stralcio, Enrico Signorelli, presidente Anec Lombarda, affronta alcuni nodi di mercato,

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy