21 Gennaio 2008  00:00

David: divide la proposta di spostarli a fine maggio

BOSr

L’idea è stata avanzata da Aurelio De Laurentiis. Le reazioni del mondo del cinema

Continua il dibattito intorno ai David di Donatello. In una proposta fatta al ‘Messaggero’, il produttore Aurelio De Laurentiis ha proposto di spostare i premi a maggio. Una proposta che ha diviso il mondo del cinema. Favorevole si dice il vicepresidente e amministratore delegato di Medusa Film, Giampaolo Letta. Che in una lettera al quotidiano romano scrive: «Aderisco a questo appello, aprendo a mia volta il confronto con gli altri colleghi dell’Accademia del Cinema Italiano. Un eventuale slittamento dei David a fine maggio risponderebbe a quanto Medusa Film ha sempre sostenuto». Contro questa eventualità si schiera Gaetano Blandini, direttore generale Cinema del Ministero dei Beni Culturali: «De Laurentiis è uno straordinario imprenditore e conosce il cinema come pochi. Ma dopo tutte le riunioni che abbiamo fatto rimango senza parole. Stimo De Laurentiis e Verdone ma non si può pensare di cambiare le date». Per il presidente dei produttori Riccardo Tozzi «cambiare le date dei David adesso non è davvero serio». Infine Gianluigi Rondi, presidente dell’Accademia del Cinema Italiano che assegna i David: «Purtroppo non è più possibile accogliere la proposta di De Laurentiis. Comunque, visto che il mio fine ultimo è sostenere il nostro cinema, se per caso tutti si trovassero d’accordo con questa nuova modifica, non sarò io a tirarmi indietro».

EDITORIALISTI

  • 02 Gennaio 2020
    Urge un nuovo star system
    Era l’inizio del nuovo millennio e una ventata di novità caratterizzava il cinema italiano. In quegli anni, e in quelli...
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy