06 Settembre 2018  15:47

Del Brocco, a Natale con Martone

Stefano Radice
Del Brocco, a Natale con Martone

Un momento della conferenza stampa di Capri - Revolution al Casinò del Lido di Venezia

Il 13 dicembre l'uscita di Capri - Revolution, presentato oggi a Venezia in concorso

Conferenza stampa al Casinò del Lido di Venezia per Capri – Revolution, il nuovo film di Mario Martone che avrà la sua proiezione ufficiale stasera, in concorso alla Mostra del Cinema. Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema che ha prodotto il film insieme a Indigo Film e Pathé ha dichiarato: “Siamo molto orgogliosi di avere coprodotto questo film di Martone e siamo contenti di averlo in listino per 01 Distribution. Crediamo molto in Capri-Revolution tanto che lo distribuiremo a Natale, il 13 dicembre”. Siamo nel 1914, l'Italia sta per entrare in guerra. Una comune di giovani nordeuropei ha trovato sull'isola di Capri il luogo ideale per la propria ricerca nella vita e nell'arte. Il film narra l'incontro tra Lucia (Marianna Fontana), una giovane e orgogliosa capraia, la comune guidata da Seybu (Reinout Scholten van Aschat) e il giovane medico del paese (Antonio Folletto). Nel commentare il film, il regista ha sottolineato: “Mi sono imbattuto nella storia della comune di Capri per caso. La storia mi ha colpito perché questi ragazzi anticipavano esperienze che sarebbero state tipiche degli anni 60-70”. Il film in un certo senso chiude la trilogia iniziata con Noi credevamo e proseguita con Il giovane favoloso: “La trilogia si è andata sviluppando film dopo film. Non era premeditata. Un poeta come Giacomo Leopardi può essere molto importante anche oggi e questo lo ho capito mentre giravamo Noi credevamo. A sua volta, Il giovane favoloso si chiude con La ginestra in cui Leopardi parla del rapporto tra progresso e natura; e questo è al centro della storia di Capri - Revolution. Aspetto comune tra i tre film, i protagonisti sono giovani che vogliono cambiare quello che li circonda. L'isola di Capri è una metafora del mondo in cui dobbiamo convivere e confrontarci. Mi è sembrato un tema attuale da proporre oggi, visti i tempi in cui odio e paura fanno da collante. Il personaggio di Lucia non ha paura del confronto; viene da una famiglia patriarcale di cui contesta i valori ma non cade nell'odio. È un personaggio centrale, un ruolo femminile di giovane donna che guarda avanti e chiude simbolicamente questa trilogia”.

Contenuti correlati : capri-revolution del brocco 01 rai cinema martone

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 02 Gennaio 2020
    Urge un nuovo star system
    Era l’inizio del nuovo millennio e una ventata di novità caratterizzava il cinema italiano. In quegli anni, e in quelli...
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy