19 Settembre 2017  09:34

Ferrero, mi candido alla presidenza Anec

Stefano Radice
Ferrero, mi candido alla presidenza Anec

Giorgio Ferrero, presidente Anec Lazio (foto P.Coccia): «Vorrei riportare l’Anec ai livelli del passato»

Intervista esclusiva rilasciata a Box Office

Pubblichiamo uno stralcio dell'intervista che Giorgio Ferrero, presidente Anec Lazio, ha rilasciato a Box Office e che sarà pubblicata sul numero del 30 settembre - 15 ottobre

Giorgio Ferrero, presidente Anec Lazio, rompe gli indugi e si candida alla presidenza dell’Anec nazionale: «Ho avanzato la mia candidatura visto che l’attuale presidente, Luigi Cuciniello, non si proporrà per il secondo mandato».

 

Quali le ragioni della sua candidatura?

 

Vorrei riportare l’Anec ai livelli del passato; il nostro marchio storico deve tornare ad avere un peso specifico sia per quanto riguarda l’azione associativa nel suo complesso che per il lavoro di lobby nei confronti delle istituzioni.

 

Cosa intende?

 

Intendo un’associazione che sappia farsi sentire e sappia essere al centro della filiera cinematografica come quindici anni fa. Ce la possiamo fare, ne sono convinto. Negli ultimi anni sono emerse figure di giovani esercenti seri, preparati, che lavorano con passione e che possono riportare in alto l’Anec. Poi, si sa, la divisione tra Nord e Sud è sempre stata molto forte, ma è più un problema nazionale che solo dell’esercizio. Penso che un grande lavoro di unificazione e di superamento delle differenze lo portino avanti con grande impegno i nostri segretari regionali; sono figure strategiche per l’associazione.

 

 

Se diventerà presidente, quali saranno le linee su cui si muoverà?

 

Per prima cosa proverò a rafforzare il rapporto e il dialogo con i distributori. Bisogna evitare di trovarsi di nuovo di fronte a un’estate come quella che abbiamo appena vissuto e che probabilmente era annunciata visto che i film validi usciti sono stati troppo pochi. Mi preoccupa molto l’estate 2018 con i mondiali di calcio che sono sempre una minaccia per il cinema. Dopo le Giornate Professionali di Sorrento sarà indispensabile incontrarci con i distributori per fare il punto della situazione. Se non diamo una svolta, se non riusciremo a far crescere il mercato estivo, a perderci saremo tutti, esercenti e distributori.

 

Un argomento che sarà sempre più di attualità è quello delle window. Qual è la sua posizione?

 

Le finestre vanno rispettate a meno che non ci sia un accordo tra esercenti e distributori. Ci sono poi film deboli che potrebbero avere window ridotte ma alla base ci deve essere sempre un accordo tra le parti.

 

Rapporto Anec-Anem. Si arriverà mai a un’associazione unica?

 

Partiamo da un punto; divisi, gli esercenti non riusciranno mai a risolvere i loro problemi. L’obiettivo deve essere quello di portare a sistema il nostro mondo che vuol dire arrivare a un’associazione unica. La divisione crea problemi; Anec e Anem devono unirsi per contare come settore strategico.

Contenuti correlati : anec anec lazio cuciniello ferrero
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 22 Maggio 2020
    Ripartiamo, sì. Ma come?
    Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato che, dal 15 giugno, i cinema potranno riaprire, lasciando alle
Vito Sinopoli - Box Office

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy