22 Agosto 2017  11:33

Hollywood, MoviePass offre un ingresso al cinema al giorno per 9,95 dollari mensili

Silvia Mussoni
Hollywood, MoviePass offre un ingresso al cinema al giorno per 9,95 dollari mensili

La home page del sito di MoviePass

La nuova proposta della società che ambisce a diventare la Netflix del grande schermo

Negli Stati Uniti la società MoviePass offre ai suoi abbonati la possibilità di entrare al cinema fino a una volta ogni giorno al prezzo mensile di 9,95 dollari. L’offerta è stracciata: nelle grandi città come New York, Los Angeles o San Francisco la cifra è inferiore al costo di un solo ingresso, ma MoviePass paga all’esercizio il prezzo intero di ciascun biglietto staccato. Dal 2011, anno in cui è stata fondata, MoviePass, che ambisce a diventare la Netflix del grande schermo, ha offerto abbonamenti più articolati che in base alla città spaziavano dai 14,95 dollari mensili ai 50 dollari. La decisione dell’abbassamento e livellamento del prezzo a 9,95 dollari è avvenuta nelle scorse settimane contestualmente alla vendita della quota di maggioranza a Helios and Matheson Analytics Inc., società di dati quotata in borsa. La nuova offerta non è ancora attiva, ma è già pubblicizzata sul sito della compagnia; non comprende le proiezioni in 3D e Imax, ma è valida tutti i giorni dell’anno in più del 90% dei cinema. Come riportano i siti specializzati, Helios and Matheson Analytics Inc. è interessata a comprendere le abitudini di consumo di cinema e monetizzare i dati raccolti. Ted Farnsworth, Ceo di Helios and Matheson, ha dichiarato a Bloomberg che l’obiettivo è accumulare una larga base di consumatori e raccogliere dati sulla loro fruizione del cinema: «Non è diverso da ciò che fanno Facebook o Google. Più comprendiamo dei nostri fan più accuratamente possiamo targettizzarli». Mitch Lowe, Ceo di MoviePass, cofondatore di Netflix e in passato presidente di Redbox, ha dichiarato: «Dopo anni di studi e analisi abbiamo scoperto che la gente desidera andare al cinema più spesso, ma i prezzi salgono ed è questo che li trattiene dal frequentare di più la sala. La nostra visione è sempre stata quella di rendere l’esperienza di andare al cinema più accessibile e piacevole per i nostri abbonati. Stiamo cambiando il modo in cui i consumatori pensano l’esperienza di andare in sala rendendo loro possibile l’accesso a una gamma più ampia di film – dall’ultimo blockbuster estivo fino al documentario acclamato dalla critica – attraverso un modello di sottoscrizione». Variety spiega che MoviePass ha sempre faticato a ottenere popolarità nell’industria, dalla sua fondazione è stata parte di dispute legali e spesso ha trovato ambivalenza e perfino antipatia da parte dell’esercizio, e afferma inoltre che la società, nonostante le sue ambizioni di disgregare l’industria, rimane tutt’ora poco conosciuta. Il 75% degli abbonati sono millennials, la fascia che predilige i servizi di streaming e che sta perdendo l’abitudine di andare al cinema. Lowe ha precisato: «Serviamo I millennials che sono cresciuti con Netflix e altri modelli a sottoscrizione a cui piace questa formula».

Contenuti correlati : MoviePass sala cinema esercizio
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 26 Novembre 2020
    E-DUESSE.IT, MAI COSÌ ESSENZIALE
    Già dai primi albori di Duesse Communication nel 2000 era chiara la necessità di informare, stimolare e aggiornare l...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

  • 28 Novembre 2016
    Notorious, un listino ricco e variegato
    Per il presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures, Guglielmo Marchetti, la convention alle Giornate Professionali di Sorrento è stata

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy