22 Maggio 2017  20:36

Lombardia FC, presentato il Film Fund 2017

Paolo Sinopoli
Lombardia FC, presentato il Film Fund 2017

Il convegno in cui è stato presentato il Lombardia Film Fund 2017

Apre a giugno il nuovo bando per cinema e audiovisivo

È stato presentato oggi a Milano, presso il Palazzo Pirelli, il nuovo bando della Lombardia Film Commission, ovvero il Lombardia Film Fund 2017, che prevede una dotazione complessiva pari a 728mila euro. Si tratta di un bando a sportello dedicato all’erogazione di contributi a fondo perduto per il sostegno delle produzioni cinematografiche e dell’audiovisivo realizzate in Lombardia. Tra i relatori anche Alberto Di Rubba, presidente di Lombardia FC, che ha fatto un punto della situazione: «Nell’arco di un mese sarà dato il via alle prime erogazioni. In questi due anni e mezzo abbiamo applicato una politica di spending review in Lombardia Film Commission, tagliando diversi costi e rendendo la struttura più efficiente. Inoltre, abbiamo assistito 255 produzioni nel 2015 e altre 255-260 nel 2016. E questi risultati sono stati ottenuti senza avere bandi a disposizione. Il tutto per una ricaduta sul territorio lombardo di 10 milioni di euro». Il bando del Lombardia Film Fund 2017 sarà accessibile dal 12 giugno e scadrà il 31 dicembre 2018.

Chi può partecipare?
- Pmi italiane, europee ed exrtaeuropee
- attive da almeno un anno
- attività primaria o secondaria: produzione cinematografica, di video, di programmi televisivi e di film, costituite da almeno 12 mesi alla data di pubblicazione del bando
- proprietà totale o parziale dei diritti del progetto con un minimo del 30% (quota ridotta al 20% in caso di produzione internazionale)

Tipologie di progetto ammissibili:
- A: lungometraggi per il cinema, anche opera prima o seconda, anche animati
- B: documentari/docufiction o docudrama, anche fuori formato

Contributo massimo erogabile:
- A: 60mila euro
- B: 40mila euro

Requisiti minimi e criteri per attribuzione punteggio:
- Durata della lavorazione (shooting + post-produzione) sul territorio lombardo. Minimo il 30% in regione Lombardia (20% per le sole produzioni straniere e per le co-produzioni con impresa straniera)
- Impiego di maestranze in Lombardia: Le maestranze dovranno essere assunte localmente nella misura minima del 30% sul totale numerico dei tecnici impiegati
- Impiego di professinisti e talent sul territorio: I professionisti e/o talent dovranno essere assunti in Lombardia nella misura minima del 20% sul totale numerico dei profili ingaggiati.
- Impiego di imprese del territorio. Devono essere impiegate imprese del territorio (sede legale e/o operativa in Lombardia) per un valore minimo del 20% del budget ammissibile (minimo 10% per le sole produzioni estere e per le co-produzioni con impresa estera)
- Riprese esterne in Lombardia: almeno il 5% sul totale della durata delle riprese (sono esonerati dal raggiungimento di tale requisito i film di animazione)
- I progetti ammissibili dovranno prevedere spese sostenute in Lombardia che corrispondano ad almeno 1,5 volte il contributo concesso.

 

Caratteristiche del contributo:
- Il contributo è a fondo perduto
- Regime Aiuti di Stato: in esenzione

Come partecipare:
- registrazione su SiAge
- inserimento domanda (a partire dalle ore 10 del 12 giugno 2017)
- rendicontazione finale (entro 60 giorni dalla conclusione del progetto)

EDITORIALISTI

  • 11 Marzo 2020
    Lezione coreana a Hollywood
    La vittoria di Parasite di Bong Joon-ho agli Oscar è stata davvero dirompente. Non ci sono altri aggettivi, tanto è...
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 04 Aprile 2016
    Per Banat una distribuzione originale
    È uno dei primi casi in Italia, e sarà interessante valutare l’esito. Per Banat (il viaggio), opera prima di Adriano Valerio – dopo numerosi

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy