18 Ottobre 2018  15:35

Mibac, finanziamenti a sviluppo e pre-produzione

Silvia Mussoni
Mibac, finanziamenti a sviluppo e pre-produzione

Cristina Comencini è tra i beneficiari dei finanziamenti (Photo by Camilla Morandi - Corbis/Corbis via Getty Images)

Pubblicata la seconda sessione del 2017

La Direzione Generale Cinema del Mibac ha pubblicato l'elenco dei contributi selettivi per il 2017 deliberati nella seconda sessione dell’anno. Per lo sviluppo e la pre-produzione di opere cinematografiche di lungometraggio sono stati selezionati 5 progetti per complessivi 465mila euro. Con 100mila euro ciascuno sono stati finanziati In buona compagnia di Cristina Comencini; A Chiara di Jonas Carpignano; Due di Giuseppe Battiston e La ferocia di Vincenzo Marra. Sono inoltre andati 65mila euro a La sfida verticale di Andrea Segre. In questo ambito, sono stati ben 85 i progetti che avevano richiesto un contributo ma non sono stati ammessi.

Sono stati inoltre attribuiti 400mila euro allo sviluppo di 5 progetti di opere televisive e Web “destinate a fornitori di servizi media audiovisivi su altri mezzi” e 90mila per 3 opere Web “destinate a fornitori di servizi di hosting”.

Per quanto riguarda, invece, la Scrittura di sceneggiature di opere cinematografiche di lungometraggio, sono stati finanziati 10 progetti con 20mila euro ciascuno. Stessa somma è stata attribuita per la scrittura di 8 opere televisive e Web di lungometraggio, mentre 15mila euro sono andati a 3 sceneggiature per la categoria “altre opere Web”.

Contenuti correlati : fianziamenti pre-produzione mibac sviluppo produzione

EDITORIALISTI

  • 10 Giugno 2019
    Quest’estate, andiamo al cinema
    Chi è andato al cinema in questi mesi avrà sicuramente visto proiettato con costanza un trailer di incentivo ad andare...
Stefano Radice

ACCADDE OGGI

  • 19 Settembre 2005
    Siae: contestata la candidatura di Assumma
    L’elezione a presidente della Siae dell’avvocato Giorgio Assumma, data per probabile e fissata per martedì in occasione dell’assemblea dell’ente, suscita già polemiche.

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy