29 Gennaio 2019  14:33

Museo Fellini, Cerri vince il bando

Stefano Radice
Museo Fellini, Cerri vince il bando

Lionello Cerri, produttore ed esercente (© PHOTOMOVIE/FRANCESCO MARGUTTI)

Il valore dell'aggiudicazione è di 2,3 milioni di euro

Si delinea il percorso che porterà alla progettazione e realizzazione del Museo Fellini di Rimini. A conclusione della fase di verifica dei requisiti, il Comune ha aggiudicato in via definitiva l’affidamento dei servizi di ideazione, progettazione, produzione e fornitura dei contenuti e prodotti multimediali e dei servizi di progettazione degli allestimenti e delle tecnologie interattive del Museo. Il raggruppamento risultato vincitore è composto da 14 soggetti, guidati da Lumiere & Co di Lionello Cerri. Di Milano sono anche Anteo (che fa riferimento sempre a Cerri) e Studio azzurro, specializzata nella multimedialità applicata all’arte e alla creatività.
Il raggruppamento aggiudicatario ha ottenuto un punteggio di 99,865 su complessivi 100, mentre al secondo e al terzo posto si sono classificati i raggruppamenti con mandatari la spagnola Mediaproduccion, con punti 91,145, e ETT spa, con il tre volte premio Oscar Dante Ferretti alla supervisione scientifica, con punti 87,957; quarti e quinti sono arrivati i raggruppamenti guidati rispettivamente da Simmetrico con 59,037 e da Palomar, altra casa di produzione cinematografica, con 56,475.
Il valore complessivo dell’aggiudicazione è pari a euro 2.303.868, 87, di cui euro 1.952.000 per la ideazione, la progettazione, la produzione e la fornitura di contenuti multimediali, ed euro 351.868,87 per la progettazione e la direzione dell’esecuzione degli allestimenti e delle tecnologie.
Dalla prossima settimana prenderà avvio il percorso di progettazione, che oltre al raggruppamento vincitore vedrà coinvolto anche il comitato tecnico-scientifico. Circa cinque mesi di lavoro, scandito in quattro tappe, che da una prima proposta di progetto definitivo degli allestimenti e di elaborazione dei contenuti multimediali approderà entro luglio alla consegna del progetto esecutivo. Il comitato, a cui è affidata una funzione di confronto e di consultazione a supporto dell'amministrazione comunale, è composto dal semiologo Paolo Fabbri, già direttore della Fondazione Fellini, dai critici, curatori e storici dell’arte contemporanea Luca Beatrice e Vincenzo Trione, dall’architetto Stefano Della Torre, dai critici e giornalisti cinematografici Laura Delli Colli e Mario Sesti, da Francesca Fabbri Fellini, nipote del Maestro, e da Sergio Metalli, tra i maggiori esperti al mondo di scenografie digitali.

Contenuti correlati : fellini cerri museo
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 14 Dicembre 2020
    E ora?
    Cosa fare ora che il Natale è perso, che i cinema (se non ci comporteremo bene durante le festività) riapriranno verso...
Paolo Sinopoli

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy