17 Ottobre 2015  16:09

Nasce Lazio Cinema International

Antonio Autieri
Nasce Lazio Cinema International

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio

Presentato a Roma un nuovo bando della Regione Lazio, da dieci milioni, per le coproduzioni

Un nuovo bando della Regione Lazio, per il cinema e l’audiovisivo, finalizzato alle coproduzioni internazionali. Lo ha presentato oggi a Roma il presidente Nicola Zingaretti all’interno del MIA – Mercato Internazionale dell’Audivisivo all’interno della Festa del Cinema. Moderato dalla giornalista Laura Delli Colli, l’incontro è stato introdotto da Luciano Sovena, presidente di Roma Lazio Film Commission, che ha messo in luce l’importanza del lavoro della Regione e le caratteristiche del bando, «molto importante per il cinema italiano e unico per il suo genere», nonché il lavoro svolto in sinergia davari soggetti, «dagli assessori alla Cultura Lidia Ravera e Guido Fabiani alle Attività Produttive, insieme alla direzione generale cinema del Mibact guidata da Nicola Borrelli e alle associazioni di categoria (Anica, Apt e Cna, autori), al fine di colmare la lacuna attuale sulle coproduzioni».

 

Anche il presidente del Lazio Nicola Zingaretti ha sottolineato le sfide vinte in questi anni: «Abbiamo rimesso in campo la film commission, rifinanziato il fondo per il cinema da 15 milioni, sostenuto le sale con i fondi per la digitalizzazione, lavorato sulla formazione di insegnanti e studenti con il progetto cinema e storie: crediamo fortemente nella cultura come elemento fondamentale». Ora questo bando Lazio Cinema International, da 10 milioni di euro provenienti da fondi europei (Por-Fesr 2014-2020) a disposizione delle Pmi laziali: «Con queste risorse agevoliamo chi attrae produzioni straniere in Italia e chi realizza coproduzioni: al 50% andranno per progetti di film, mentre l’altro 50% riguarderà altri prodotti audiovisivi». Il 50% delle risorse complessive deve essere però destinato a opere ritenute di interesse regionale, «per valorizzare ilterritorio». Il contributo concesso alle imprese sarà a fondo perduto e non potrà superare il 35% delle spese ammissibili, incrementabile al 45% nel caso di coproduzioni finanziate da almeno un altro stato dell’Unione Europea. Nel calcolo dell’agevolazione concessa c’è una forte premialità (tra il 15 e il 25%) per i progetti legati alla promozione turistica e culturale del Lazio. Nel caso di film, le coproduzioni dovranno avere un costo industriale di almeno un milione e mezzo di euro, che scende a un milione per opere prime e seconde. Le domande per il bando saranno presentabili dall’1 dicembre. «C'era l’urgenza – ha rimarcato Zingaretti – di intercettare coproduzioni e di promuovere il territorio, e in questo modo il Lazio si conferma la maggior regione italiana per il cinema. Ma stiamo lavorando ad altri strumenti, con un altro fondo da 35 milioni che potrà servire per un nuovo bando o per rifinanziare quelli esistenti, e con una nuova iniziativa per la reindustrializzazione da 70 milioni, per la quale stiamo raccogliendo idee da comuni, produttori ecc. e che potrebbe servire anche a imprese del settore per start up creative ma anche per aggiornamenti tecnologici di attività esistenti».

 

All’incontro sono intervenuti anche il direttore generale Nicola Borrelli («questo bando, che si rivolge a imprese con serie ambizioni internazionali, coglie uno degli elementi di maggiore debolezza, la proiezione internazionale dei prodotti cinematografici e audiovisivi, con le coproduzioni che hanno toccato numeri sempre più bassi»), le produttrici Matilde Bernabei («spesso questi strumenti presentano poi difficoltà operative, in questo caso invece si èlavorato insieme per risolverli») e Francesca Cima («il bando è utile sia per attirare produzioni internazionali sia per noi per guardare ai paesi esteri con pari dignità, e credo che altre regioni seguiranno questo esempio») e i registi Paul Haggis e Michele Placido.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

Stefano Radice

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cinema

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy