31 Maggio 2016  09:46

Fitness e health tracker sotto osservazione

Elena Reguzzoni
Fitness e health tracker sotto osservazione

Cresce il numero di cause e di class action

La penetrazione dei wearable da polso sta aumentando ed è destinata ad aumentare, ma stanno crescendo anche le cause e le class action mosse nei confronti dei tracker destinati all’attività fisica e alla salute. L’ultima a fare rumore è quella intentata negli USA nei confronti del leader – FitBit – in cui una serie di consumatori, appoggiandosi a un Policlinico californiano, secondo il New York Times accuserebbe i ‘braccialetti’ intelligenti di essere rigorosi solo in alcune situazione d’attività sportiva, mentre in altre di visualizzare dati anche molto distanti dalla realtà. Come in altre occasioni FitBit ha confermato di voler replicare strenuamente a queste accuse, ma ciò non toglie che cresce la pressione sulle istituzioni perché si prevedano regolamentazioni e test e anche molto rigorosi per la messa in commercio di device indossabili o di App che possono avere impatti più o meno gravi sullo stato fisico e sulla salute delle persone.

Contenuti correlati : Fitness health tracker cause legali clas action FitBit salute wearable
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI