19 Marzo 2015  10:30

Pagamenti con sistemi wearables? Ecco le perplessità

Emanuela Sesta
Pagamenti con sistemi wearables? Ecco le perplessità

Una ricerca GfK condotta in cinque Paesi del mondo spiega lo scetticismo dietro all’utilizzo di questi dispositivi per effettuare i propri acquisti

Cosa si cela dietro alla perplessità dei consumatori sull’utilizzo dei wearables come sistemi di pagamento? La ricerca GfK effettuata lo scorso agosto su un campione di interviste fatte a 1.000 consumatori in cinque Paesi del mondo, rivela che soltanto il 35% degli utenti interpellati in Cina, Germania, Sud Corea e Gran Bretagna sono interessati a sistemi di pagamento tramite smartwatch. Un ulteriore approfondimento condotto dall’Istituto di Ricerca chiarisce che la maggior parte dei consumatori considerano i nuovi smartwatch come utili strumenti per attività di fitness e per il controllo della salute. In Germania “soltanto” il 20% dei rispondenti hanno dichiarato di essere interessati al loro utilizzo come sistemi di pagamento. Anche il 28% dei consumatori in Sud Corea e il 27% dei consumatori in UK hanno manifestato la stessa opinione, mentre i consumatori americani hanno mostrato un maggiore entusiasmo, con il 40% del campione che ha espresso interesse per il pagamento tramite smartwatch. Gli intervistati considerano inoltre il pagamento via smartphone non ancora sufficientemente diffuso e più lento rispetto a quello con carta di credito o contanti. In tal senso il valore aggiunto rispetto ad altri strumenti di pagamento non è di fatto percepito.

“Nonostante lo smartwatch sia stato posizionato come uno dei prodotti maggiormente in crescita tra i produttori di apparecchi tecnologici, i consumatori sembrano ancora riluttanti ad abbracciare questa nuova tecnologia”, ha commentato nella nota Robert Wucher, head of technology and digital solutions di GfK. “Le nostre ricerche hanno mostrato che gli utenti non hanno ancora compreso totalmente le applicazioni offerte dalle wearable device; dall’altra lato, produttori e i provider sembrano non avere ancora compreso totalmente quali siano le più rilevati esigenze dei consumatori, al fine di potervi rispondere efficacemente con una strategia in grado di modificarne i comportamenti”.

Contenuti correlati : wearables pagamenti GfK ricerca acquisti
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 25 Ottobre 2005
    Logitech: fatturato Q2 in aumento del 28%
    Logitech ha realizzato un utile netto di 36,2 milioni di dollari per il secondo trimestre dell'esercizio 2005/2006. Il giro d'affari, in aumento del...