21 Aprile 2016  09:57

Scontro tra UE e Google

Gianfranco Caccamo
Scontro tra UE e Google

L’antitrust europeo accusa la grande G di imporre le sue app ai produttori di mobile device e agli operatori telefonici

La Commissione europea ha inviato a Google uno “Statement of objections” ovvero il primo step verso una procedura a suo carico, che potrebbe arrivare a forti sanzioni se il colosso di Mountain View non adempierà alle richieste della UE. L’antitrust europeo accusa, infatti, Big G di posizione dominante nei servizi di ricerca web, questo sarebbe dovuto al fatto che obbligherebbe i produttori di mobile device e agli operatori di telefonia a precaricare le sue app nei dispositivi. Secondo la commissaria alla concorrenza Margrethe Vestager, infatti, "il comportamento di Google nega ai consumatori una scelta ampia su app e servizi e impedisce l'innovazione degli altri competitor, violando le regole Ue". Non si è fatta attendere la replica della Big G. "Android ha contribuito allo sviluppo di un ecosistema rilevante - e, ancora più importante, sostenibile - basato su un software open source e sull'innovazione aperta. Saremo felici di lavorare con la Commissione Europea per dimostrare che Android è un bene per la concorrenza ed è un bene per i consumatori" ha dichiarato Kent Walker, Senior Vice President & General Counsel di Google.

 

Contenuti correlati : Statement of objections Big G ricerca web Commissione europea Antitrust Google app Android
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

Ricevi la Newsletter!

Consumer Electronics

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy

ACCADDE OGGI

  • 05 Agosto 2011
    Torna Thomson, ma solo online
    Torna il marchio Thomson, ma solo per gli elettrodomestici ed esclusivamente sul web. Il gruppo spagnolo FagorBrandt, proprietario dell’azienda, nel...