01 Dicembre 2016  12:30

Findomestic, consumi in crescita nel 2016

Elena Rembado
Findomestic, consumi in crescita nel 2016

Secondo l’Osservatorio, la vendita di mobili per la cucina ha avuto un incremento del 2,1% nei primi otto mesi dell’anno

Il 2016 si chiuderà con una crescita dei consumi totali dell’1,5%. I beni durevoli danno un contributo rilevante con un +5%. In particolare, quelli per la casa confermano la ripresa sperimentata lo scorso anno (+3,1%): è buona la performance degli elettrodomestici, grandi e piccoli, mentre l’home comfort conosce una contrazione, dopo il buon risultato del 2015. Sono questi, in sintesi, i dati emersi in generale dalla 23° edizione dell’Osservatorio di Findomestic, che si è soffermata quest’anno sul concetto di sostenibilità, sia dal punto di vista delle aziende che dei consumatori (ben sette su dieci sono disposti a pagare di più per acquistare prodotti eco-sostenibili).

Quanto ai mobili, nel 2016 si è accentuata la ripresa (+1,1% in volumi e +2% in valore) del mercato, avviatasi nel 2015, grazie ai maggiori redditi (che possono sostenere anche l’acquisto di soluzioni d’arredo a maggior contenuto di design e tecnologico), alla proroga del bonus fiscale e alla ripresa del mercato immobiliare. I risultati sono stati positivi soprattutto per le imprese della Gd, che hanno utilizzato la leva della comunicazione.

Scendendo ancora più nel dettaglio, la vendita di mobili per la cucina ha avuto un incremento del 2,1% nei primi otto mesi del 2016, e per la fine dell’anno si attende un valore prossimo ai 2,4 mld di euro. A livello di canali di vendita, nella prima parte del 2016, i rivenditori indipendenti hanno avuto le migliori performance (+2,9%), a fronte di un incremento più contenuto per le catene di distribuzione (+0,4%), il cui volume d’affari ha comunque raggiunto una quota di quasi il 30% del mercato totale. Anche i grandi elettrodomestici hanno ottenuto segni più (+3,2% in volumi e +3% in valore): la migliore performance si è registrata nel settore del lavaggio e, a seguire, nel comparto cottura. A spingere la domanda sono stati la bassa inflazione, gli incentivi fiscali e le strategie commerciali dell’offerta tendenti a incentivare l’acquisto “combinato” di elettrodomestici, facendo così leva sul risparmio complessivo.

Contenuti correlati : home comfort Findomestic Osservatorio consumi beni durevoli casa mobili elettrodomestici sostenibilità aziende lavaggio cottura incentivi fiscali inflazione
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 16 Ottobre 2020
    Nonostante tutto
    Dopo la moda, a Milano arriva il design. Si tratta della neonata Milano Design City, tredici giorni di eventi, incontri,...
Arianna Sorbara - Progetto Cucina

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Cucine e Built In

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy