22 Aprile 2015  12:51

Paola Navone per Ikea

Silvia Mussoni
Paola Navone per Ikea

Al temporary shop di Milano quattro studi di design indipendenti hanno interpretato il sistema Metod

Sono Paola Navone, Matali Crasset, Thomas Sandell e Studio Irvine gli studi di design indipendenti a cui Ikea ha affidato il compito di interpretare la nuova cucina Metod. Questo avviene nel temporary shop di Milano, che resterà aperto fino al 30 settembre. L’operazione vuole porre l’attenzione sulla flessibilità di progettazione del modello, chiamando in campo designer noti. Un cartello esposto nel negozio recita: “Qui puoi comprare il design anche se non sei in uno showroom”. Nello specifico, Paola Navone, propone una grande cucina “italiana” (nella foto); Matali Crasset presenta una cucina come isola poliedrica, pensata attorno a un bambino; Thomas Sandell e Studio Irvine hanno studiato invece una cucina per una famiglia con uno o più componenti con difficoltà motorie.

Contenuti correlati : Paola Navone Matali Crasset Thomas Sandell Studio Irvine Ikea temporary shop Milano design Metod
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 16 Ottobre 2020
    Nonostante tutto
    Dopo la moda, a Milano arriva il design. Si tratta della neonata Milano Design City, tredici giorni di eventi, incontri,...
Arianna Sorbara - Progetto Cucina

ACCADDE OGGI

  • 21 Ottobre 2013
    Alberto Borroni nuovo presidente di Ecodom
    Alberto Borroni, 52 anni è il nuovo presidente di Ecodom, il Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici, e succede a Paolo Zocco Ramazzo.

Ricevi la Newsletter!

Cucine e Built In

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy