04 Novembre 2015  11:51

I negozi devono amplificare i plus del loro essere ‘fisici’

Elena Reguzzoni
I negozi devono amplificare i plus del loro essere ‘fisici’

Uno studio globale di PwC elenca quali sono e in testa (ri)troviamo la possibilità di toccare i prodotti

 

In molte parti del mondo gli acquisti on line stanno crescendo più che nelle reti fisiche, questo sta avvenendo nel mercato italiano, ma anche in nazioni dove l’ecommerce è molto più penetrato, vedi USA. Ciò nonostante la centralità del negozio fisico non è discussione e anzi sono diversi gli esperti che sottolineano che dalle tecnologie digitali le reti stationary possono trarre beneficio, amplificando però nel contempo quelli che sono i plus distintivi del loro essere luoghi fisici. PwC ha nel dettaglio effettuato uno studio a livello globale per verificare quali sono oggi le ragioni per cui il consumatore sceglie di fare un acquisto in store e non off store. Al primo posto (con oltre il 60% degli intervistati che l’hanno enunciata), la possibilità di vedere, toccare e provare i prodotti. Seguono: la possibilità di avere il prodotto selezinato immediatamente disponibile (53%), la maggiore sicurezza di aver fatto la giusta valutazione e scelta (33%), la maggior facilità di gestire un reso o un guasto (22%), il supporto di personale preparato (13%), la migliore atmosfera (13%). La società di consulenza ha anche evidenziato: “le insegne brick & mortar devono rimanere focalizzate su questi asset continuando a implementare nuove tecnologie con un obiettivo però preciso: non aumentare il fatturato, ma soddisfare al meglio il proprio shopper”.

 

Contenuti correlati : negozio fisico stationary vendite online PwC

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.