03 Maggio 2016  12:27

Il rischio di transazioni “fraudolente” crescerà

Elena Reguzzoni
Il rischio di transazioni “fraudolente” crescerà

Juniper Research prevede che più che raddoppieranno entro il 2020 con l’avanzata soprattutto delle vendite on-line

È indubbio che le vendite on line via Pc sia via mobile stanno crescendo e a ritmo serrato in molti mercati mondiali, ma secondo Juniper Research in un recente studio evidenzia che di pari passo aumenterà il rischio di transazioni fraudelente che in generale l’istituto di ricerca prevede che entro il 2020 raddoppieranno dai 10,7 miliardi di dollari stimati nel 2015 ai quasi 26 miliardi del 2020 con gli acquisti liquidi a ritagliarsi il 65% di queste “truffe”. Questo significa che se i livelli di sicurezza nelle gestione delle transazioni non evolveranno e non cresceranno gli investimenti in tale direzione –per cominciare utilizzando chip e pin – come altri settori come l’ebanking e il ticketing on line stanno facendo, nel 2010 6,5 dollari su 10 dollari frodati tramite transazioni arriveranno da attività di shopping on line.

Contenuti correlati : frodi truffe transazioni vendite on line investimenti chip

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.