29 Settembre 2010  16:52

Presentato il format Euronics City

TBem
Presentato il format Euronics City

Il sub-brand cittadino coinvolgerà punti vendita da 350 a 800 mq

Presidio dei centri urbani, copertura capillare del territorio e maggiore vicinanza alla clientela: questi gli obiettivi fondamentali della nuova insegna Euronics City, presentata oggi ufficialmente alla stampa.
I negozi che monteranno la nuova insegna, frutto di “un’innovazione portata dalla spinta italiana”, saranno collocati prevalentemente nei centri urbani e avranno dimensioni da 350 a 800 mq, affiancandosi così agli Euronics tradizionali (>801 mq) e agli Euronics Point (tra 100 e 349 mq).
Gli Euronics City ospiteranno obbligatoriamente i reparti audio-video, foto, informatica, telefonia e accessori; in caso le dimensioni lo consentano potranno dare spazio anche a grande e piccolo elettrodomestico, climatizzazione e home entertainment. I driver del format saranno un assortimento orientato all’alto di gamma, innovazione, servizio e consulenza. “La focalizzazione di questi punti vendita sull’elettronica di consumo”, ha puntualizzato il presidente Albino Sonato, “non vuol dire che il bianco sia diventato per noi un settore meno strategico, ma è dettata da un riequilibrio del nostro mix e dal cambiamento del mercato”.
“Il format esterno sarà obbligatorio da subito per tutti”, ha spiegato Andrea Borromeo, responsabile commerciale franchising, “mentre all’interno i punti vendita preesistenti avranno un anno di tempo per adeguarsi”.
Entro il 2010 sono previsti 10 punti vendita (di cui quattro conversioni e sei nuove acquisizioni). Sonato ha anche accennato che “ci saranno quattro realtà che cambieranno insegna”. 100 aperture sono pianificate nel corso del 2011 e 60 nel 2012. Il presidente ha inoltre anticipato che “i primi Euronics City saranno probabilmente in Toscana o Sicilia”.
Il progetto Euronics City è stato contestualizzato da Paolo Galimberti, vice presidente di Euronics International, nel piano di crescita del gruppo d’acquisto a livello europeo, che vuole “sviluppare categorie merceologie ancora poco rilevanti come It e telefonia e aumentare la copertura territoriale”. L’Italia sarà il primo Paese ad adottare l’insegna Euronics City, seguita dalla Francia. A livello internazionale verrà lanciato anche un format Euronics XXL, per ora non previsto nel nostro Paese.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.