24 Maggio 2019  11:02

Mattel si affianca a STEAMiamoci

Silvia Balduzzi
Mattel si affianca a STEAMiamoci

Sandra Savaglio, Professoressa di Astrofisica de L’università Della Calabria

Il progetto di Assolombarda per tutelare la diversità di genere nelle aree scientifiche. Barbie ha scelto come modello di ruolo Sandra Savaglio, Professoressa di Astrofisica de L’Università Della Calabria

In data 23 maggio 2019 si è svolto, presso l’Auditorium Gio Ponti in via Pantano 9 a Milano, l’incontro “Giochiamo con le scienze: puoi essere tutto ciò che desideri!” organizzato da Assolombarda insieme a Mattel, con la collaborazione di Fondazione Bracco. Durante l’incontro, a cui hanno preso parte oltre un centinaio di bambini di prima e seconda elementare, sono intervenuti Alessandro Scarabelli, Direttore Generale di Assolombarda, insieme a Filippo Agnello, VP&Country Manager Italia & Spagna di Mattel; Andrea Ziella, Head of Marketing & Digital Mattel Italy; Marzia Maiorano, Advisory Board STEAMiamoci Assolombarda. Hanno offerto la propria testimonianza anche due donne di rilievo in ambito STEAM: Caterina La Porta e Sandra Savaglio, entrambe appartenenti a 100 Esperte (100esperte.it), il progetto ideato dall’Osservatorio di Pavia e l'associazione Gi.U.Li.A., sviluppato da Fondazione Bracco e il supporto della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, con l’obiettivo di dare visibilità alle competenze femminili rendendo noti recapiti e curricula di esperte pronte a intervenire sui media contro la supremazia maschile. Caterina La Porta è Professoressa Associata di Patologia Generale e Patologia Clinica dell’Università degli studi di Milano. Sandra Savaglio è invece Professoressa di Astrofisica presso l’Università della Calabria e durante l’incontro ha ricevuto la massima onorificenza da parte di Barbie venendo riconosciuta come Shero. L’evento si inserisce all’interno del progetto di Assolombarda STEAMiamoci: è risaputo infatti che nel mondo del lavoro le aree STEAM sono molto spesso dominate da figure maschili. Per questo il progetto ha lo scopo di porsi come strumento di orientamento per scoprire in che modo sia possibile costruire politiche sociali inclusive e che vadano ad assottigliare la differenza di genere. Barbie, che ha compiuto 60 anni nel 2019 continua a perseguire il suo impegno nella valorizzazione dei sogni di ogni bambina attraverso il Dream Gap Project. Uno studio ha dimostrato infatti che le bambine smettono di credere di poter ricoprire ruoli maschili a partire dall’età di 5 anni. Per questo Barbie insieme all’università Bicocca ha dato vita ad una ricerca che monitori la situazione italiana rispetto ai desideri e alle ambizioni delle più piccole, con l’intento di creare consapevolezza su questo fenomeno che riguarda tutta la società.

A questo proposito, Barbie ha scelto come modello di ruolo Sandra Savaglio, Professoressa di Astrofisica de L’università Della Calabria. Sandra Savaglio è un'astrofisica italiana, specializzata nello studio della storia cosmica dell'universo. Cresciuta a Marano Marchesato, comune del cosentino, dopo la laurea con lode in Fisica nel 1991 presso l'Università della Calabria e il dottorato, sempre nella medesima università, durante il quale ha trascorso brevi periodi di studio in Germania, Francia e Australia, Savaglio ha lavorato allo Space Telescope Science Institute e alla Johns Hopkins University di Baltimora dal 1998 al 2006. In quel periodo è apparsa sulla copertina della rivista Time, come simbolo dei molti scienziati europei che si trasferivano negli Stati Uniti. Si è poi trasferita in Germania all'Istituto Max Planck di fisica extraterrestre, dove ha creato la base dati SQL per i Gamma-Ray Burst Host Studies (GHostS), il principale database sulle galassie emettenti lampi di raggi gamma. Savaglio è stata attiva nel progetto "Gemini Deep Deep Survey" che studiato la natura di galassie lontane (e quindi appartenenti ad un universo giovane). Nel 2014 è tornata in Calabria, dove attualmente è professore di astrofisica all'Università della Calabria. Nel 2018 ha pubblicato per Mondadori il suo primo libro di divulgazione scientifica. Oltre all'attività accademica, è impegnata nella promozione della scienza e delle donne nella scienza.

L’attività si pone come proseguimento del programma "Shero", lanciato nel 2015 a livello globale e nel 2018 in Italia. Ad essere omaggiata da Barbie proprio nel campo STEAM è stata l’astronauta Samantha Cristoforetti a cui è stata dedicata una Barbie OOAK. In occasione di festeggiamenti del compleanno di Barbie, altre due figure sono state omaggiate in quanto modelli ispirazionali per le bambine: la chef stellata Rosanna Marziale e la cantante Elisa. In merito al progetto Shero la professoressa Savaglio dichiara: “Le esperienze che le persone vivono durante l’infanzia hanno un effetto importante sulla vita da adulti, questo è un fatto stranoto. Per le bambine, incontrare una scienziata che aveva un sogno importante quando aveva la loro età, e mostrare di essere riuscita a realizzarlo, è un incoraggiamento a cercare di superare gli ostacoli. Una grande responsabilità per me, ma allo stesso tempo un compito a cui non ci si può sottrarre. Mattel offre questa opportunità alle scienziate del futuro”.

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Giocattoli

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy