30 Novembre 2011  17:40

Blockbuster, Filcams-CGIL proclama lo stato di agitazione

THE
Blockbuster, Filcams-CGIL proclama lo stato di agitazione

Il sindacato a difesa dei 760 dipendenti della società in liquidazione

Della questione Blockbuster non ci sono stati aggiornamenti dalla fine di ottobre, quando è stata resa nota la messa in vendita dei 120 store tramite mandato affidato alla banca d’affari La Compagnia Finanziaria (vedi: http://www.e-duesse.it/News/Home-video/Blockbuster-i-negozi-sono-in-vendita-121541). Successivamente, nonostante i numerosi tentativi da parte della redazione di contattare il liquidatore Generoso Galluccio, non ci sono stati ulteriori aggiornamenti; fino a ieri, quando la Filcams-Cgil (Federazione Italiana Commercio Turismo e Servizi) ha dichiarato lo stato di agitazione per i 760 dipendenti degli store Blockbuster su tutto il territorio nazionale.
La notizia è comparsa direttamente nell’home page portale cgil.it. facendo riferimento a un concordato preventivo prima annunciato ma di cui il liquidatore della società non ha mai presentato istanza di ammissione. “L’azienda - cita il comunicato del sindacato - sta procedendo a chiudere uno ad uno i punti vendita senza nemmeno darne informazione. Nel corso dell’incontro che si è tenuto all’inizio del mese di luglio, il liquidatore aveva annunciato la volontà di presentare istanza di ammissione al concordato preventivo. Ma ancora l’istanza non è stata presentata, e non è dato sapere per quale motivazione. La Cassa integrazione straordinaria è prossima alla scadenza e l’azienda non ha comunicato come intende procedere. La preoccupazione fra i lavoratori cresce”. “L’avvicinarsi della scadenza della Cassa integrazione - prosegue Filcams Cgil - è un ulteriore elemento di preoccupazione che rende la situazione insostenibile, e la richiesta di incontro inviata dai sindacati all’azienda per fare chiarezza su tutto il percorso, non ha trovato risposta”.

Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Su la testa !!!

Era ora !!! Un marchio come Blockbuster in Italia non puo' e non deve finire nella spazzatura !!! Una bella serrata generale nei giorni natalizi farebbe capire al liquidatore che, correttezza vuole, il confronto con chi viene coinvolto nei processi di liquidazione è necessario e obbligatorio. Per la cronaca gli imprenditori che gestiscono i negozi Blockbuster in franchising hanno appreso la notizia della messa in liquidazione dalla stampa non avendo mai ricevuto alcuna comunicazione ufficiale !!! E per chiudere con una triste battuta questa gestione finale ha sortito l'effetto di creare un nuovo slogan che identifica la catena : MAKE IT A BLOCKBUSTER NIGHTMARE !!!


Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 27 Febbraio 2014
    Un pieno di extra per Walter Mitty
    I Sogni segreti di Walter Mitty arriva in home video. Il film di e con Ben Stiller (ispirato al racconto breve di James Thurber del 1939 ) sarà infatti...

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy