18 Febbraio 2015  09:48

Home video, la Germania ancorata al supporto fisico

Antonio Allocati
Home video, la Germania ancorata al supporto fisico

Calo contenuto nel 2014, -5%, del mercato che vede ancora il predominio di Dvd e Blu ray come formati di riferimento

L’approdo di Netflix sul mercato tedesco non ha impedito all’home entertainment made in Germany di confermare la sua solidità. Grazie soprattutto al supporto fisico il fatturato generale è calato solo del 5 %, attestandosi sulla cifra di 1.64 miliardi di euro, secondo le statistiche di BVV - Bundesverband Audiovisuelle Medien (BVV). La spesa dei consumatori per il Dvd è scesa del 9% (a 899 milioni di euro), mentre i ricavi generati dal Blu-ray sono calati dell’1%, a 405 milioni di euro. Aumento per quanto riguarda le vendite digitali, +29% a € 67 milioni di euro che rappresenta però ancora una parte marginale del business. Lo Hobbit: la desolazione di Smaug, è stato il titolo più venduto seguito da Frozen. Infine, il noleggio di Dvd, è diminuito del 16%, a 132 milioni di euro, mentre il noleggio di Blu-ray è aumentato del 9% a, 56 milioni di euro, il Vod transazionale ha rappresentato il 31% del fatturato totale del noleggio, con 83 milioni di euro (i dati dei ricavi da noleggio non includono la sottoscrizione a servizi come Amazon Prime Instant Video o Netflix).

Contenuti correlati : Netflix.Home Video supporto Lo Hobbit Dvd Blu ray Germania Frozen
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Homevideo

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy