26 Ottobre 2015  11:49

Diritti tv, l’Antitrust punta alla Lega

TV Francesco Perugini
Diritti tv, l’Antitrust punta alla Lega

©Flikr

Prosegue l’indagine sull’asta per l’assegnazione della Serie A 2015-2018. Decisione entro aprile

Prosegue l’indagine dell’Antitrust sull’assegnazione dei diritti tv della Serie A per il triennio 2015/18. Mentre procede parallela l’indagine della procura di Milano, i giudici della concorrenza stanno spostando l’attenzione sul ruolo della Lega, dopo aver mandato ispezioni della GdF nelle sedi di tutte le società coinvolte e convocato i presidenti dei maggiori club di A. In particolare, come riporta Repubblica, ci sono due aspetti dell’asta che risultano poco chiari: il parere pro veritate del professor Giorgio De Nova, presentato da Infront già nell’Assemblea del 23 maggio e solo successivamente richiesto dai dirigenti calcistici. E poi la “sublicenza del pacchetto d”, l’espediente che ha permesso di sbloccare la situazione: anche questa era già citata nel verbale dell’Assemblea, che tuttavia in fase d’asta ne sarebbe dovuta essere all’oscuro. Una decisione e un’eventuale sanzione – contro la Lega (multa fino a 30 milioni di euro) o contro tutti i soggetti coinvolti (Sky e Mediaset compresi) – dovrebbe arrivare entro aprile.

Contenuti correlati : Diritti tv Antitrust Lega Serie A
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy