20 Maggio 2020  09:53

Effetto lockdown sui contenuti: l’unscripted reggerà meglio

Eliana Corti
Effetto lockdown sui contenuti: l’unscripted reggerà meglio

©Pixabay

Secondo Ampere Analysis gli effetti della pandemia sulle produzioni si sentiranno fino al 2021, con maggiore impatto sull’area scripted

Gli effetti del lockdown legato alla pandemia Covid-19 sul mercato dei contenuti, e in particolare sui palinsesti e cataloghi mondiali, si faranno sentire almeno per un anno. A dirlo è un report di Ampere Analysis, che stima però un impatto differente sul settore tra contenuti scripted e unscripted. Quest’ultima area, infatti, potrà riprendersi più rapidamente, sia perché in questi mesi sono stati prodotti vari programmi incentrati proprio sulla pandemia, sia perché non necessitano di location specifiche, come le serie. Anche se, va detto, la sospensione di programmi come Love Island o The Bachelor, dove assembramenti in location esotiche sono uno dei principali ingredienti, comporteranno comunque un impatto negativo.

SCRIPTED PIÙ COLPITO. Soltanto a marzo 2021 si vedrà salire oltre il 40% la quota di titoli non influenzati dal lockdown. Quindi, anche se i set ripartissero a giugno, gli effetti sul mercato si sentiranno fino al 2021. Ampere prevede infatti che la metà dei titoli che di solito vengono proposti nella seconda metà del 2020 è a rischio ritardo. Ulteriori ritardi per i titoli calendarizzati solitamente tra giugno e agosto, che al momento dovrebbero essere in post produzione. La stagione autunnale è quella più a rischio: sono in ritardo il 50/60% delle serie che dovrebbero andare in onda in quel periodo e Ampere si aspetta che vada perduto un ulteriore 5/10% di quanto viene solitamente trasmesso in autunno.

L’UNSCRIPTED REGGE. Sul versante unscripted, invece, la situazione dovrebbe tornare alla normalità verso l’autunno, con il 71% dei titoli non influenzati dagli effetti del lockdown. Ampere evidenzia però che anche il settore è stato compito: se si escludono le produzioni commissionate che parlano della pandemia – e che hanno portato a un incremento generale rispetto al 2019 – le commissioni sono effettivamente calate del 27% dall’inizio di marzo.

Contenuti correlati : lockdown scripted unscripted ampere analysis
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 05 Giugno 2020
    La TV specchio del futuro
    Karl Popper sosteneva che il futuro fosse aperto, che dipende dalle nostre azioni, che a loro volta dipendono dai nostri...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy