26 Maggio 2016  12:19

Giacomelli: Rai, manca un piano

Eliana Corti
Giacomelli: Rai, manca un piano

Antonello Giacomelli

Il sottosegretario MiSe interviene in commissione di Vigilanza: ci aspettavamo il completamento della riforma dell’informazione

«Non faccio un attacco né una critica, ma un rilevo: quel documento è condivisibile, in linea con il tipo di visione del governo, ma è più un’indicazione di obiettivi che un piano industriale». Rai deve fare di più: questo, in sostanza, il senso dell’intervento del sottosegretario MiSe, Antonello Giacomelli, davanti alla commissione di Vigilanza Rai. «Noi ci aspettavamo da parte di Rai il completamento di un piano per l’informazione finalizzato a ridurre le testate, a produrre più approfondimenti e reportage e ci aspettavamo anche un ruolo meno timido di Rai nel concorrere alla diminuzione del digital divide nel Paese», ha dichiarato. Il sottosegretario ha parlato anche del ruolo del Cda con la Riforma Rai: «Ho dovuto ascoltare lamentazioni di esponenti del cda secondo i quali il cda non conta nulla. Si può discutere sugli effetti della nuova legge, ma un punto è chiaro: gli atti fondamentali sono votati dal cda, dal piano industriale al budget, al piano trasparenza. Il cda se vuole ha tutti i poteri per intervenire». E ancora, «Occorre tempo perché cose complesse acquisiscano forma, noi continuiamo a sollecitare un percorso di trasformazione», ha aggiunto. «Credo di essere corretto nel sollecitare gli organismi aziendali rispetto a questa indicazione condivisa da tutti. Non è attacco ai vertici. Sui tempi capisco che le fasi di transizione non sono veloci, ma registro che abbiamo fatto una nomina anticipata rispetto alla legge per non perdere tempo». TV

Contenuti correlati : Antonello Giacomelli MiSe commissione vigilanza Rai informazione
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 22 Gennaio 2009
    Nielsen: adv tv in calo dello 0,7% a novembre
    Gli investimenti pubblicitari nel periodo gennaio-novembre 2008 ammontano a 7.922mln di euro con una flessione del -2,1% sul corrispondente periodo dell’anno precedente.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy