02 Dicembre 2016  11:55

Incontro Giacomelli-tv commerciali

TV Emidia Melideo
Incontro Giacomelli-tv commerciali

Il confronto è stato incentrato sulla posizione della Rai (listini e affollamento pubblicitario) alla luce del rinnovo della concessione del servizio pubblico

Il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli ha incontrato alcuni rappresentati delle televisioni commerciali (Mediaset, Confindustria Tv, Sky, Fieg, Tv 2000, con Maurizio Giunco e Fabrizio Berrini per l’emittenza locale) negli uffici del Mise. Lo riporta Prima Comunicazione.

Dall’incontro è emersa la volontà di mettere paletti alla Rai sulla pubblicità alla luce dei maggiori introiti (200mln) provenienti dal canone. Dando per certo il rinnovo della concessione del servizio pubblico da parte della Rai, potrebbero esserci però delle indicazioni sulla pubblicità: il riferimento è agli sconti dei listini venduti di Rai Pubblicità che obbligano «il mercato ad accodarsi svendendo ulteriormente gli spazi con ricadute negative fino alle tv locali». Sono stati anche chiesti diversi tetti di affollamento tra Rai e tv commerciali.

Nel mirino anche l’aspetto delle convenzioni con i ministeri e le regioni da cui la Rai ricava ulteriori risorse per fare attività di servizio pubbliche già retribuite con il canone. Il sottosegretario ha anche incontrato l’Agcom e l’Antitrust oltre ad aver ascoltato il parere dei produttori di Apt e Anica.

Contenuti correlati : televisioni commerciali Confindustria Tv Fieg Tv 2000 Fabrizio Berrini Antonello Giacomelli Mediaset Sky Maurizio Giunco
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 30 Novembre 2011
    Fatturato a -14% per la fiction
    Il 2009 ha registrato, in termini di fatturato, il peggior risultato mai ottenuto, dal 2004, dal mercato italiano della fiction.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy