04 Dicembre 2008  00:00

Iva Sky: per Bruxelles andava armonizzata

TVec

Secondo l’Ue occorreva assicurare la neutralità fiscale, ma era possibile anche mantenere l’ammontare dell’imposta al 10%

L’Unione Europea dà la sua versione dei fatti sul tema dell’innalzamento dell’Iva a Sky. Secondo Bruxelles, infatti, l’Iva sulla pay tv andava allineata a quella già applicata agli altri serivzi tv. La richiesta era avvenuta a seguito di una segnalazione che sottolineava la disparità di trattamento tra Sky e gli altri servizi pay digiali. L’aliquota doveva quindi essere allineata per assicurare la neutralità fiscale, ma da Bruxells era stato anche suggerita un’armonizzaizone al ribasso per tutte le pay tv, portando anche quella di Mediaset al 10%. A ogni modo, spettava al governo deciderein quale direzione muoversi. Intanto, sulla piattaforma satellitare sono stati interrotti gli spot-appello.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 21 Gennaio 2020
    Rai Pubblicità: 2019 in linea col 2018
    Il 2019 di Rai Pubblicità si chiude con un fatturato in linea con quello del 2018, pari a 635,7mln di euro. Lo ha comunicato in una nota la concessionaria

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy