02 Febbraio 2016  11:00

Lcn, la Corte conferma il piano di numerazione varato nel 2013

La Redazione
Lcn, la Corte conferma il piano di numerazione varato nel 2013

Accolto il ricorso di Agcom: 7, 8 e 9 alle generaliste, tematiche tra 21 e 96, meno spazio alle locali

La numerazione dei canali sul Dtt potrebbe subire qualche cambiamento: come riporta “Italia oggi”, la Cassazione ha accolto il ricorso di Agcom contro il parere del Consiglio di Stato e l'annullamento del piano Lcn (la numerazione automatica dei canali del digitale terrestre gratuito) messo a punto nel 2013, che aveva comportato anche la nomina di un commissario ad acta per correggerlo. Il piano del 2013 (delibera 237/2013) confermava di fatto quanto deciso nel 2010, assegnando alle tv nazionali generaliste i tasti 7, 8 e 9, ma rifacendo l'indagine sulle preferenze degli spettatori. Secondo il piano del 2013, le posizioni 7, 8 e 9 restano alle tv nazionali generaliste, mentre lo spazio dedicato alle reti tematiche passa tra i primi 100 si estende dalla 21 alla 96 (oggi è fino alla 70), riducendo gli spazi per le tv locali. Con la sentenza, potrebbe quindi entrare in vigore l'ordinamento deciso con tale delibera; nel frattempo è stato prorogato l'ordinamento precedente. Confermato quanto deciso da Agcom, Telenorba – che per prima aveva fatto ricorso, nel 2010 – può comunque chiedere un risarcimento danni.

 

 

Contenuti correlati : numerazione dei canali tematiche locali Dtt Lcn Agcom generaliste
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy