26 Maggio 2016  11:56

Mercato unico digitale: si ampliano i tetti adv

emidia melideo
Mercato unico digitale: si ampliano i tetti adv

©European Union 2016

La Commissione Ue propone una revisione della normativa sui servizi media audiovisivi. Anche le piattaforme on demand dovranno contribuire alle produzioni europee

Arriva, dopo giornate di indiscrezioni, la proposta di aggiornamento della normativa Ue nel settore audiovisivo a cura della Commissione europea. Inserita all’interno della strategia per il Mercato unico digitale, la Commissione ha proposto di aggiornare la direttiva sui servizi media audiovisivi, tenendo conto delle nuove piattaforme e modalità di consumo online. Le proposte della commissione vertono su questi temi:

 

  • Cambiano i tetti adv per le tv. Viene mantenuto il limite complessivo del 20% del tempo di trasmissione pubblicitaria tra le 7 e le 23, ma salta il tetto dei 12 minuti l’ora. Le emittenti potranno decidere quando trasmettere gli annunci nel corso della giornata. Inoltre, le reti e i fornitori di servizi a richiesta godranno di maggiore flessibilità per l'inserimento di prodotti e la sponsorizzazione, continuando a mantenere i telespettatori informati.

 

  • L’on demand per la creatività europea. Le emittenti tv dovranno continuare a riservare almeno metà del tempo di trasmissione alle opere europee, mentre i fornitori di servizi a richiesta dovranno garantire almeno il 20% di opere europee nei loro cataloghi. Inoltre, gli Stati membri potranno chiedere agli operatori on demand disponibili sul territorio nazionale di contribuire finanziariamente alle opere europee.

 

  • Responsabilizzazione delle piattaforme che condividono video. Le piattaforme che organizzano e classificano grandi quantità di video dovranno tutelare i minori da contenuti nocivi (come la violenza e la pornografia) e proteggere tutti i cittadini dall'incitamento all'odio, per esempio fornendo agli utenti strumenti per segnalare contenuti illeciti, sistemi di verifica dell’età e parental control. La Commissione inviterà le piattaforme a collaborare nell'ambito dell’ Alleanza per una migliore tutela dei minori online (Alliance to better protect minors online), per elaborare un codice di condotta per il settore.

 

  • Più poteri ai regolatori dell’audiovisivo. Le modifiche alla direttiva faranno sì che le Authority siano realmente indipendenti dai governi e dall’industria. La normativa Ue definirà il ruolo del gruppo dei regolatori europei per i servizi di media audiovisiva.
Contenuti correlati : piattaforme on demand Commissione UE servizi media audiovisivi adv on demand
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 24 Ottobre 2017
    Su Eurosport la Formula E
    Eurosport sarà la “Casa della Formula E” per i prossimi tre anni, a partire dalla stagione 2017-18. Grazie all’accordo siglato con Fia Formula

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy