20 Ottobre 2015  12:55

Netflix, Sky lancia la sfida

Matteo T. Mombelli
Netflix, Sky lancia la sfida

James Murdoch

Il presidente James Murdoch afferma: «Dovrà concorrere come tutti». Sull’Italia: «Mercato difficile, ma vedremo una grande crescita»

Netflix in Italia? Un’azienda con un grande potenziale, ma che dovrà dimostrare di essere competitiva nel lungo periodo. È questo, in sintesi, il commento di James Murdoch, presidente di Sky Italia e Ceo di 21st Century Fox, a proposito dell'imminente sbarco di Netflix in Italia, in programma il 22 ottobre. «Netflix è una fantastica società», ha affermato il manager da Firenze, in occasione della presentazione del progetto “Il quotidiano in classe”, «ma dovrà concorrere come tutti, dovranno essere competitivi e avere successo per un certo periodo: bisogna vedere se sarà duraturo». Murdoch ha anche parlato della posizione di Sky sul mercato europeo. «L'Italia è stata un mercato difficile, ma per noi ora è il secondo mercato in Europa, e vedremo una grande crescita». 
Non è mancata una battuta sui diritti televisivi della Champions League, passati in esclusiva per tre anni da Mediaset. Rispondendo alla domanda di un ragazzo presente all’evento in merito all'assenza delle partite della coppa europea dai pacchetti di Sky in questa stagione, Murdoch ha spiegato: «La prossima volta ci adopereremo per portarla a Sky Italia. Il mio direttore generale (riferendosi in realtà all’ad Andrea Zappia, ndr.) si lamenta che non gli avevo dato abbastanza soldi», ha aggiunto scherzando.

Contenuti correlati : James Murdoch Sky Netflix Italia diritti televisivi
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Settembre 2020
    Poker al femminile
    Quattro numeri, quattro donne, in sequenza, su altrettante copertine di Tivù. La presidente di Doc/it, Claudia Pampinella,...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 19 Settembre 2012
    Minzolini firma con Mediaset
    L'ex direttore del Tg1 firma un contratto con Mediaset e lascia definitivamente la Rai (dove era direttore della direzione corrispondenti Esteri).

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy