19 Dicembre 2014  15:11

Occorre riscrivere la par condicio tv

Elena Rembado
Occorre riscrivere la par condicio tv

Lo ha dichiarato in due sentenze il Consiglio di Stato, dando ragione a Fazio e Annunziata contro Brunetta

A 14 anni dall’approvazione delle regole sulla par condicio televisiva, il Consiglio di Stato chiede al Parlamento di riscriverle, concentrandosi però più sulla qualità che sulla quantità, quindi più sullo stile di conduzione dei giornalisti che sul tempo parola dei politici. Lo fa in due sentenze – la 06066 e la 06067 del 2014 – che assolvono sia Fabio Fazio che Lucia Annunziata dall’accusa di aver violato la legislazione vigente in materia, come sostenuto da Renato Brunetta di Forza Italia. Il Consiglio afferma altresì che il pluralismo di un editore come la Rai non si può giudicare da una sola trasmissione; occorre piuttosto «guardare al complesso dell’offerta del servizio pubblico».

Contenuti correlati : par condicio conduzione politica tv servizio pubblico regole giornalisti
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2021
    La nuova televisione al giro di BOA
    L’assunto è certo: causa pandemia gli ascolti sono cresciuti e la pubblicità è diminuita. Ergo, mentre la tv funziona...
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy