23 Novembre 2015  10:37

Pay tv illegale, sgominata una banda dalla GdF

TV Emidia Melideo
Pay tv illegale, sgominata una banda dalla GdF

L’associazione, dedita al “card sharing” illecito, vendeva abbonamenti scontati dell’80% e forniva assistenza online e a domicilio. Stimato in 1mln il danno economico

Erano nove i componenti dell’associazione per delinquere sgominata dalla Guardia di Finanza di Trento, dedita al “card sharing”, ovvero alla condivisione, illegale, di servizi delle pay tv, principalmente Sky e Mediaset premium. Dopo un anno di indagini, la GdF ha emesso 92 provvedimenti di perquisizione e sequestro in Trentino Alto Adige, Lazio, Veneto, Calabria e Abruzzo dove, ad Avezzano (Aq), si trovava la base operativa dell’associazione da dove venivano forniti illegalmente i servizi ai clienti, alcune centinaia, che risparmiavano così circa l’80% rispetto al prezzo di mercato degli abbonamenti. L’associazione forniva anche assistenza h24, online e a domicilio. È di circa 1mln di euro il danno al mercato del settore, oltre a un ammanco all’Erario per il mancato gettito fiscale.

Contenuti correlati : card sharing Guardia di Finanza pay tv Sky Mediaset
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 28 Ottobre 2015
    Tivù di novembre è online
    Tivù, il mensile dedicato al business televisivo e adv edito da Editoriale Duesse, è online con il numero di novembre e può essere scaricato

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy