18 Settembre 2019  09:29

Pubblicità: -5,9% nei primi sette mesi

Eliana Corti
Pubblicità: -5,9% nei primi sette mesi

©pixabay

La televisione risente dell’assenza dei Mondiali di calcio e chiude a -6,6%

Luglio si chiude con un -1,6% (rispetto al luglio 2018) per il mercato degli investimenti pubblicitari. Flessione anche per il cumulato dei sette mesi dell’anno, che segna un -1,3%. Escludendo dalla raccolta web la stima Nielsen sul search, social, classified (annunci sponsorizzati) e dei cosiddetti Over The Top (Ott), la flessione sul periodo gennaio – luglio si attesta a -5,9%, fermandosi a un totale di 3,37mld di euro. «Il decremento è, tuttavia, meno drastico del previsto in quanto luglio 2018, con un aumento dell’8,7%, è stato il mese di maggiore crescita dell’anno e quindi ci si sarebbe potuti aspettare un rimbalzo negativo più evidente», evidenzia Alberto al Sasso, AIS Managing Director di Nielsen. La televisione segna un -6,6% (a 2mld) sul cumulato e -9,8% su luglio, riflettendo l’assenza dei Mondiali di calcio. Risultano in flessione anche i quotidiani (-10,3%), periodici (-14,7%), outdoor (-6,8%), transit (-4,6%) e direct mail (-2,1%). Segno positivo per radio (+2,1%), digital (+1,5%), go tv (+8,4%) e cinema (+23,6%). Sono invece sette i settori merceologici in crescita, per un apporto di circa 21mln di euro. Tra i primi dieci settori, solo tre hanno un andamento positivo: tempo libero (+7,2%), media/editoria (+0,4%) e farmaceutici (+0,3%).

Contenuti correlati : nielsen pubblicità

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 24 Marzo 2020
    Dentro al format del Covid-19
    Siamo finiti dentro il format del coronavirus quasi senza saperlo. E il genere di questo virus, che dopo la Cina ha preso
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy