02 Luglio 2019  10:50

Quote europee, in Gazzetta ufficiale le norme anti-incremento

Eliana Corti
Quote europee, in Gazzetta ufficiale le norme anti-incremento

©pixabay

Confermati gli obblighi per gli on demand, mentre solo Rai dovrà necessariamente destinare una quota di prime time all’audiovisivo italiano

È in Gazzetta ufficiale il provvedimento correttivo che ha impedito di fatto gli aumenti di quote obbligatorie di programmazione e investimento sulle opere europee per i broadcaster italiani previste dal decreto Franceschini 2017. Le nuove variazioni entreranno in vigore dal gennaio 2020. Intanto, l’obbligo di programmazione di «a opere cinematografiche e audiovisive di finzione, di animazione, documentari originali di espressione originale italiana, ovunque prodotte» resta solo per Rai, che dovrà riservare tra le 18 e 23 almeno il 12% del tempo di diffusione a tali titoli. Inoltre, «almeno un quarto di tale quota è riservata a opere cinematografiche di espressione originale italiana ovunque prodotte». I broadcaster dovranno comunque riservare alle opere europee la maggior parte del proprio tempo di diffusione. Confermato l’obbligo per gli operatori on demand di avere nel loro catalogo almeno il 30% di opere europee realizzate negli ultimi cinque anni e l’obbligo a investire su contenuti indipendenti (meno onerosi per coloro i quali hanno sede e dipendenti in Italia). La quota sarà fissata da Agcom, ma si parla del 12,5% degli introti netti annui realizzati in Italia, che crescono al 20% se l’Ott non ha sede operativa in Italia e almeno 20 dipendenti e se usa i produttori italiani solo per ruoli esecutivi non riconoscendo loro quota dei diritti secondari. Per quanto riguarda gli obblighi di investimento in opere europee indipendenti, la quota è fissata al 12,5% e non più al 15% degli introiti netti annui dei privati, con una sotto quota pari al 3,5% per il cinema italiano.

Contenuti correlati : quote
Iscriviti alla nostra newsletter

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 29 Ottobre 2008
    Apt: Fabiani torna in Rai?
    Non più come sostituto di Angelo Maria Petroni, ma addirittura come presidente. È questo l’immediato futuro che si profilerebbe per Fabiano Fabiani in Rai.

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy