08 Aprile 2016  14:50

RaiCom: accordi per oltre 1,6mln di euro tra Screenings e MipTv

Eliana Corti
RaiCom: accordi per oltre 1,6mln di euro tra Screenings e MipTv

Tra i bestseller, “Il commissario Montalbano” e “Il giovane Montalbano”. “Non uccidere” arriva su Arte

Svezia, Repubblica Ceca, Francia e Germania sono alcuni dei Paesi in cui sono approdati i prodotti Rai. RaiCom, la divisione commerciale del servizio pubblico, ha dichiarato di aver finalizzato vendite per 1,6mln di euro tra gli Screenings di Matera e il MipTv di Cannes.

I bestseller includono le serie de “Il commissario Montalbano” (approdato in Benelux su Lumiere, in Svezia su Svt e su Cszeska Televize nella Repubblica Ceca) e le due stagioni de “Il giovane Montalbano” (Bbc in Uk, Mhz in Nord America, mentre PRO7/Sat ha acquistato la seconda stagione, mentre Edel i diritti per l’homevideo). Arte ha acquistato invece “Non uccidere” per trasmetterlo in Francia e Germania; la serie ha guadagnato l’interesse anche di broadcaster americani, australiani, spagnoli e bulgari. Bene anche il tv movie “Lea-Se ti diranno di me”, che approderà nei cinema australiani e francesi. Francia e Svizzera hanno mostrato interesse per “Il sistema” e per “L’ispettore Coliandro”. Bene anche “Luisa Spagnoli”: per la miniserie sono in corso trattative in Europa (occidentale e orientale), Asia, Nord America e America Latina. Trattative in Germania, Spagna, Europa orientale, Giappone, Vietnam e Cina per “Il paradiso delle signore”. Già confermata la messa in onda nelle Filippine, su Abc Cbn. “Lampedusa” andrà in onda in diversi Paesi del bacino Mediterraneo, così come in Uk (Infinity) e Cipro (Cybc). Infine, sono in corso trattative per trasmettere il documentario di Gianni Minà “Papa Francesco, Cuba e Fidel” in Nord America, Spagna, America Latina e Polonia. TV

Contenuti correlati : Screenings MipTv accordo RaiCom Montalbano Matera Cannes

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 06 Novembre 2017
    SI POTEVA FARE DI MEGLIO
    C’è chi dice che i broadcaster abbiano ragione a non voler far decidere al Parlamento cosa mettere in palinsesto.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI