03 Luglio 2019  15:18

Upa: pubblicità a +0,5% nel 2019

Eliana Corti
Upa: pubblicità a +0,5% nel 2019

Lorenzo Sassoli de Bianchi

Gli investimenti in televisione scendono sotto il 50%; search a +9,8%

Il mercato degli investimenti pubblicitari a fine 2019 chiuderà a +0,5%: lo ha dichiarato Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente di UPA, in occasione di UPA2019, l’annuale assemblea dell’associazione. «È il quinto anno di seguito con il segno positivo e un tasso di crescita contenuto ma comunque superiore a quello del Pil, che resterà invece vicino allo zero». I dati ad aprile 2019 confermano la tenuta del sistema tv, sceso però sotto la soglia del 50% degli investimenti complessivi (45,4%), mentre continuano a flettere quotidiani (-10.8%) e periodici (-14,2%). Le piattaforme search, social e video continuano a crescere (+9,8%) e rappresentano il secondo aggregato per raccolta pubblicitaria dopo i broadcaster. I ricavi digitali degli editori tradizionali crescono dell’1,2%, compensando marginalmente la contrazione della raccolta in questo settore. Un quarto degli investimenti sul web, ha spiegato Sassoli De Bianchi, «è tecnicamente ignoto». Plauso alla nuova misurazione Auditel: «La Tv torna centrale, ma è una Tv di flusso, fruita ovunque».

Contenuti correlati : upa2019 upa

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

EDITORIALISTI

  • 29 Gennaio 2020
    Tanto tuonò che piovve
    Le parole d’ordine sono selezione e razionalizzazione, che – tradotte in soldoni – vorrebbero dire: non c’è più spazio per tutti.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy