19 Settembre 2008  00:00

Vigilanza: ancora fumata nera per Orlando

TVec

Rinviata a martedì la prossima votazione, mentre Paolo Romani non esclude un decreto d’urgenza per la riforma Rai

La Commissione di Vigilanza Rai non ha ancora il suo presidente: la votazione di ieri si è infatti risolta con un nulla di fatto. Martedì, però, potrebbe essere la giornata decisiva per il candidato unico Leoluca Orlando (Idv), dato che basterà la maggioranza dei voti. Intanto, il sottosegretario con delega Paolo Romani ha parlato, dal meeting Switch off di Cagliari, di un possibile ricorso alla decretazione d’urgenza per riformare il servizio pubblico, che vorrebbe vedere fondato su una governance guidata da un direttore generale con maggiori poteri. L’ipotesi è stata però bloccata dal capogruppo An al Senato, Maurizio Gasparri, che ha smentito il ricordo a qualunque decreto, essendo la riforma del servizio pubblico materia parlamentare. In bilico, infine, l’esito dell’accordo tra Rai e Sky per i Mondiali e le Olimpiadi, sul quale il cda ha dato l’ok due giorni fa: Paolo Romani, infatti, ha affermato che il prossimo consiglio di amministrazione potrebbe anche decidere di stralciare l’accordo.

Iscriviti alla nostra newsletter

EDITORIALISTI

  • 07 Ottobre 2020
    New Normal, NEW TV
    C’è un’espressione ricorrente in queste settimane di ripresa autunnale, seguita al terribile lockdown del Paese, ed è New Normal.
Linda Parrinello

ACCADDE OGGI

  • 24 Ottobre 2014
    Berlinguer, par condicio «dannosa»
    Sul pluralismo dell’informazione «vigila il senso di responsabilità dei direttori». Occorre «assicurare gli equilibri tra le diverse forze...

Ricevi la Newsletter!

Televisione

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

Privacy Policy