27 Settembre 2013  12:21

Carrefour: videogame in calo, urge un nuovo focus sui prodotti

GIMB
Carrefour: videogame in calo, urge un nuovo focus sui prodotti

Nicola Rehnicer

Nicola Rehnicer, purchasing manager Information Technology Major and small domestic appliances di Carrefour spiega a e-duesse come rilanciare il business, che, al momento, registra un -30% rispetto all'anno precedente


Quanto pesano oggi mediamente i videogiochi sul fatturato di un vostro punto vendita?
"Fino al 2012 il peso si attestava sopra al 3% a valore, considerando il fatturato escluso le benzine, per quest'anno possiamo stimare che l'incidenza sarà inferiore al 1%".
Prevedete una crescita di questo business per il trimestre in corso?
"Decisamente non vediamo i segnali di un'inversione di tendenza sull'andamento della categoria, che continua a contrarsi intorno a trend medi del 30% rispetto all'anno precedente. Di contro i segnali che ci pervengono dai vendor, caratterizzati da poche conferme su attività commerciali forti per far tornare l'euforia nel consumatore, evidenziano come anche l'industria stia puntando ad una vendita più sana piuttosto che legata ad una promozionalità eccessiva".
Per la vostra insegna sarà determinante l'arrivo della next gen oppure continuerete a puntare maggiormente sui formati attuali?
"Al momento, con i posizionamenti che hanno i nuovi prodotti al lancio sul mercato, non crediamo che la nostra insegna riuscirà a beneficiare particolarmente in questa stagione dell'arrivo delle nuove console. Sicuramente potrebbe essere un'opportunità per rilanciare il business successivamente, quando ci sarà una maggior diffusione delle macchine. Il nostro focus sarà quindi rivolto a proporre a prezzi interessanti o con dinamiche differenzianti rispetto ai concorrenti i formati attuali".
In che modo potreste far crescere ulteriormente il business legato ai videogame? Publisher e distributori come potrebbero supportarvi meglio?
"Pensiamo che oggi il videogioco sia diventato una categoria che necessita di un posizionamento differente all'interno delle nostre superfici per meglio intercettare i clienti che entrano durante l'anno per fare un regalo ad un bambino o ad un ragazzo e non sanno che all'interno dei nostri punti vendita sia possibile trovare un'offerta completa di questa categoria. Durante la stagionalità è invece necessario realizzare degli spazi correttamente allestiti per massimizzare l'impatto, in cui il cliente possa trovare l'offerta ampia del catalogo natalizia ben integrata con tutta l'offerta per gioco per il bambino. Gli operatori del mercato possono supportarci aiutandoci a teatralizzare questi spazi, e dandoci un supporto con proposte di category complete su come gestire al meglio un lineare di gaming con il catalogo off season".
Per la Gd Nintendo rimane sempre il produttore hardware più trainante oppure, complice anche il successo di tablet e smartphone a discapito delle portatili, i trend stanno cambiando?
"Nintendo resta il fornitore con la quota di mercato maggiore sul comparto, e i nuovi lanci di titoli novità stanno comunque dando dei buoni riscontri".
Come stanno andando nel vostro canale prodotti come Skylanders e Disney Infinity?
"Skylanders ha avuto un trend positivo tutto l'anno, mentre Disney Infinity è stato appena lanciato, i volumi sono ancora bassi al day one ma i potenziali sono ancora inespressi. Bisognerà attendere il periodo Natalizio".
Pronostico: quali saranno i 5 titoli più venduti del Natale presso la vostra insegna?
"Nell'ordine: Just Dance 2014, GTA V, FIFA 14, Pokemon X e Y e Skylanders (con le varie edizioni)".

Commenti

Log in o crea un account utente per inviare un commento.

ACCADDE OGGI

  • 24 Luglio 2003
    Sega: venduti 1,45 milioni di giochi in tre mesi
    Fonti Reuters e Bloomberg affermano che il publisher giapponese Sega avrebbe venduto da aprile a giugno 1,45 milioni di videogiochi, superando la cifra prevista di 1,22 milioni.